Piotta, nome d’arte di Tommaso Zanello è cantante, musicista e produttore.

Piotta, nome d’arte di Tommaso Zanello, è cantante, musicista e produttore attivo dagli Anni '90 nella scena alternative, con un percorso che mescola popolarità e successi di massa e attività di impegno sociale, giornalismo, letteratura e teatro.
Di padre romano e madre milanese, cresce nel quartiere di Montesacro, soprannominato "Piotta" per i suoi occhiali tondi come le monete da cento lire, dette appunto in romanesco "piotte". Compie gli studi classici al Liceo Giulio Cesare, iscrivendosi poi al corso di laurea in giurisprudenza. Dopo le esperienze da DJ all'interno di alcune radio romane, inizia a scrivere testi rap e comporre beat.
Dalla metà dei '90 collabora con alcune formazioni, fra le quali Colle der Fomento e Ice One, costituendo la Taverna VIII Colle Roma, con cui inizia a produrre i primi inediti underground. Partecipa a tutti i live e ai primi album della crew, pubblicando brani come Funkadelico, Ciao Ciao o L'attacco dei Funkadelici 4.
A questa formazione seguirà quella del Rome Zoo e poi Robba Coatta, con Turi e Squarta dei Cor Veleno.
Nel 1997 esce il mixtape La Banda der Trucido, a tutt'oggi mixtape culto della scena rap italiana. Fa seguito la registrazione del brano solista Ciclico, per la colonna sonora del film Torino Boys girato dai Manetti Bros, e curata da Neffa.
Nel 1998 riceve il titolo di miglior MC italiano per la rivista AL Magazine ed esce il suo primo album Comunque Vada Sarà un Successo, che presenta i singoli Dimmi qual è il nome e Supercafone. L'LP viene ristampato nel 1999 con l'aggiunta di alcuni brani e remix, Supercafone scala la classifica diventando un vero e proprio fenomeno di massa. L'album vince svariati riconoscimenti, tra cui il disco di platino ed il premio A.F.I. (Associazione Fonografici Italiani).
Piotta torna in sala e nel 2000 pubblica Democrazia del Microfono, dal quale viene estratto il singolo
La Mossa del Giaguaro, colonna sonora del film cult Il Segreto del Giaguaro scritto con i Manetti Bros, lungometraggio che vede protagonista lo stesso Piotta, seguito dal singolo estivo Il mambo del Giubileo, sigla del programma di Rai 2 Stracult, che lo vede anche in veste di attore e co-conduttore.
Nel 2001 pubblica il singolo Eurocontanti (brano dedicato alla nuova valuta) e conduce l'omonimo show radiofonico su Rai Radio 2. Nel 2002 pubblica La Grande Onda, terzo album, ed il singolo omonimo entra nella Top 20. La canzone viene poi, nel 2008, utilizzata dagli studenti di tutta Italia come inno della protesta studentesca contro la riforma Gelmini del governo Berlusconi.
Nel 2004, con Ladro di Te, partecipa al Festival di Sanremo. Sul palco del Teatro Ariston propone anche la rilettura in chiave rap di Chi non lavora non fa l'amore di Adriano Celentano, ricevendone i complimenti. Dopo la partecipazione al concerto del Primo Maggio a Roma, pubblica l'album Tommaso (miglior album hip hop, Premio MEI Meeting Etichette Indipendenti). Nello stesso anno si esibisce live a Tokyo, alla testa dell'Urban Festival, in seguito all'utilizzo di Supercafone come sigla del campionato di calcio su Sky Japan.
Nel 2005 fonda l'etichetta discografica indie La Grande Onda, impegnata nella ricerca e nel lancio di nuove realtà urban. Nel 2018 conta più di cento pubblicazioni tra cui Amir, Brokenspeakers, Brusco, Cor Veleno, Daniele Coccia Paifelman, Inna Cantina, Jesto, Quartiere Coffee, Rancore & Dj Myke, Truceboys, compilation (il progetto europeo Diversidad, la collana Hitmania/Street Art, etc.) e colonne sonore (Scialla!, il Segreto del Giaguaro, Senza nessuna pietà, la sigla di Suburra – La serie, etc.).
Nello stesso anno pubblica il suo primo libro Pioggia che cade, vita che scorre (Arcana), ovvero “Tommaso Piotta Zanello racconta Lorenzo Jovanotti Cherubini” che supera le 20.000 copie raggiungendo la Top 50, seguito da “Troppo Avanti - Come sopravvivere al mondo dello spettacolo” (Castelvecchi). Come editorialista collabora con il mensile Groove, con Hitmania Magazine, il quotidiano Pubblico, Rockstar e XL di Repubblica.
Nel 2007 pubblica il suo quinto lavoro Multi Culti, a cui collaborano artisti rap europei e africani.
Piotta canta di nuovo al concerto del Primo Maggio e a Sarajevo, nell'evento Rock No War. Il primo singolo è Troppo Avanti, realizzato con Caparezza, il cui video vede la partecipazione del Trio Medusa. Nello stesso anno collabora con il cantautore Simone Cristicchi nel documentario “Dall'altra Parte del Cancello”.
Nel 2008 è il primo italiano invitato ad esibirsi al Warped Tour, unico tour itinerante ad attraversare gli Stati Uniti da costa a costa. Si esibisce in una ventina di città tra cui Los Angeles, San Francisco, San Diego, Phoenix, Santa Fe, Denver, Dallas, Austin, Houston, Kansas City, St. Louis, New Orleans, Atlanta e Miami.
Nello stesso anno scrive e conduce due programmi radiofonici, “Liquid Charts”, primo programma italiano dedicato alle classifiche digitali, e Troppo Avanti, sulle frequenze di Radio Città Futura.
Il sesto album S(u)ono Diverso vede la luce a fine 2009, anticipato dall'omonimo singolo. Apre un nuovo percorso musicale che mescola rap e rock. Si tratta infatti di un progetto crossover figlio del Warped Tour, con collaborazioni che vanno dalle chitarre di Joxemi degli Ska-P ai fiati di Roy Paci, dal beat di Bonnot Assalti Frontali al rap di Lucariello. Proprio con quest'ultimo, con la canzone Scappa, è candidato al Premio Amnesty International.
Del 2011 è il brano “Mai Mai Mai” ad anticipare il settimo album Odio gli indifferenti. Il video è manifesto della campagna di Greenpeace e dei comitati referendari contro il nucleare e la privatizzazione dell'acqua. Ad aprile 2012 esce Odio gli indifferenti, il singolo estratto è Piotta è Morto. Nel disco compaiono i feat. di Bunna Africa Unite, del compianto Francesco Di Giacomo dal Banco del Mutuo Soccorso, e nuove realtà come Bud Spencer Blues Explosion e Rancore. È nuovamente candidato al Premio Amnesty International con “Metto in discussione”, altra traccia contenuta nel suddetto disco.
Il 3 luglio 2012 esce il progetto I.P.E.R. (Indipendenti Per Emilia Romagna e Lombardia) con il brano Ancora in piedi, con il supporto di ARC. e Audiocoop. Coordinati da Piotta, promotore dell'idea e co-produttore del brano con Emiliano Rubbi, aderiscono più di 20 artisti della scena indipendente, tra cui: 99 Posse, Roberto Angelini, Pierpaolo Capovilla (Teatro degli Orrori), Enrico Capuano, Cisco, Combass (Après La Classe), Dellera (Afterhours), DJ Aladyn, Andrea Ferro & Marco “Maki” Coti Zelati (Lacuna Coil), Erica Mou, Federico Poggipollini, Quintorigo, Sud Sound System, Velvet, etc.
Nel 2014 porta in tournée lo spettacolo teatrale “Freedom - Educare alla libertà”, con l'ex giudice di Mani Pulite Gherardo Colombo. Prosa, rap, recitazione ed impegno civile si fondono per portare dai palcoscenici d'Italia fino al concerto del Primo Maggio a Roma, i valori e la storia della nostra Costituzione. Nello stesso anno collabora con il gruppo bolognese Lo Stato Sociale, in occasione dell'uscita del loro secondo album di inediti L'Italia peggiore. Piotta è coautore ed MC nella loro hit “Questo è un grande paese”.
Dal 2015 proseguono le collaborazioni, sia come MC che come coautore, dai Kutso a Cecile, nei rispettivi album d'esordio al Festival di Sanremo, fino a Il Muro del Canto, perfetti ospiti della sua “7 Vizi Capitale”, primo estratto dall'album Nemici, ottavo della sua carriera. È proprio in seguito alla diffusione del singolo che il Comune di Milano, insieme a Ponti di Memoria, conferisce a Piotta il Premio Cultura contro le Mafie. Nemici vede la partecipazione di ospiti internazionali quali il padre del rap mondiale Afrika Bambaataa e Captain Sensible con cui realizza il sequel della hit Anni '80 Wot!, nonché di Brusco e dei Modena City Ramblers. Oltre ai due brani citati da ricordare anche il precedente singolo BBW, il cui video è girato alla Million Marijuana March, sul carro del Rototom Sunsplash.
Il 2016 lo vede di nuovo scena a teatro, stavolta nella parte di Pinocchio (adulto), nell'opera lirica scritta da Andrea Camilleri e Ugo Gregoretti “Pinocchio (mal) visto dal Gatto e la Volpe”, in onda poi la notte di Natale su Rai 5. Per la quarta volta torna anche ad esibirsi al concerto del Primo Maggio di Roma come special guest dei Rezophonic, ed è poi impegnato in un lungo tour estivo che prende il nome dall'omonimo brano realizzato in compagnia dell'artista spagnolo Tonino Carotone “Vino, Tabacco & Venere”. Nel mese di novembre, infine, stampa per la prima volta “La Forza che Scorre”, anthem underground del 1996 interpretata con Danno dei Colle der Fomento, per festeggiarne il ventennale. Il vinile contiene numerosi remix (dei BSBE, di DJ Craim dai Good Ol' Boys, etc.) e la cover a cura dello street artist Solo.
Nel 2017 pubblica un altro vinile, quello di “7 Vizi Capitale”, nel frattempo divenuto sigla di Suburra - La serie distribuita in 192 paesi per le decine di milioni di abbonati Netflix. Il disco è arricchito dal lavoro grafico dello street artist Diamond. Nel mese dicembre esce infine il video dell'inedito "Tommy The Gun", racconto del tour e dell'evento La Notte di Suburra all’Atlantico di Roma. Vi compaiono gli amici e colleghi intervenuti sul palco: Amir, Brusco, Daniele Coccia Paifelman, Giancane, Alessandro Pieravanti e il resto de Il Muro del Canto, Grandi Numeri (Cor Veleno), Marco Conidi (Orchestraccia), Rancore e Tonino Carotone.
Nel mese di aprile 2018 pubblica il nuovo singolo “Domani è un altro giorno”, brano energico e trascinante, arricchito da quell'originale connubio tra rap e fisarmonica già testato per la musica di Suburra. Anticipa quello che sarà il nuovo e nono album, previsto entro la fine dell'anno. Partecipa all'Earth Day 2018 di Roma e per la prima volta al concerto dell'Uno Maggio a Taranto.