Pino Cerrigone Estratto! Ascolta e Testo Lyrics

Pino Cerrigone Estratto! Ascolta e Testo Lyrics

band
Cantautore, Acustico, Alt-country 

Milano, Lombardia
bittercow00@gmail.com

Brano

Ascolta su: Amazon Music Tidal
00:00
 
00:00

Testo della canzone

Io mi estraggo ogni mattina
Sulla ruota sonnecchiante della mia fortuna
Mi volto indietro per guardare la distesa di
Specchi rotti che mi porta fino a qui
E inseguo sotto al letto una ciabatta dispettosa
Mi inchino al sottoscala di un affitto che mi pesa
Giuro vostro onore sono io,
Mi si riconosce a stento ma son qua...

Ah ma tu che ne sai
Se la vita 5 giorni su 7 non cambierà mai
Siamo numeri nell’ urna
E la pallina furba è quella più vicina a te

Io mi estraggo ogni mattina
Tra una folla di pensieri che mi inseguono da un’ ora
Reclamano quel debito di sonno
Che ho promesso loro quando muoio salderò
E non ho fatto un passo
Che qualcuno già mi stressa
E’ il gatto, che vorrebbe gli pescassi una platessa
Ma la vedo dura, qui abboccano soltanto croccantini e nulla più

Intravedo una sagoma dalla porta
Il coinquilino con la sua luna storta
Non sarà un dispetto, ma sta qui dirimpetto
Ed entra in bagno prima di me

Ah ma tu come fai
Se la vita certi giorni no non cambierà mai
Siamo i numeri nell’ urna
E la pallina furba è sempre più vicina a te

Io mi estraggo ogni mattina
Sulla ruota indisponente della mia fortuna
Ruvido di sonno accartoccio uno sbadiglio
In un barattolo di déja vù
Squillano le trombe e mi ritrovo già in sella
Io, vittima di una colluttazione con la sveglia
Lavaggio, vestizione, colazione al sacco
Intrattengo la routine che mi tiene in scacco

Io mi estraggo ogni mattina
Sulla ruota irriverente della mia fortuna
Seguo passo passo le istruzioni di montaggio
Ma mi trovo sempre un pezzo in più
E pianto ortiche dentro la metropolitana
Per tenere a bada una folla disumana
Tutti sull’ attenti
Coltello in mezzo ai denti
E tattiche d’ assalto fai da te

Si aprono le porte, sbuca una signora
Sembra una dentiera, invece in bocca ha una tagliola
Vittima anche lei della sua sveglia indisponente
Ma se chi vivrà vedrà…
Così non vedrà niente …

Invece io mi estraggo ogni mattina
Ma c’è una mano che mi prende e mi ributta nella ruota
Il giro cambia verso
Mi ritrovo ancora perso
E forse oggi non mi estraggo più…

Ah ma tu che ne sai
Se la vita 5 giorni su 7 non cambierà mai
Siamo numeri nell’ urna
E la pallina furba è quella più vicina a te
Ah, ma tu dove vai
Se fai conti sulla vita no non tornerai mai
Siamo i numeri nell’ urna
E la pallina furba è sempre quella più vicina a te



Album che contiene Estratto!

album Eventi Disgiunti ep - Pino Cerrigone
Eventi Disgiunti ep 2012 - Cantautore, Pop, Acustico

Vai all'album Vai alla recensione

Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    aggiungi ai tuoi preferiti
    Pannello

    TOP IT

    La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

    vedi tutti