Leggi la recensione Video in questo album (1)

Descrizione a cura della band

Il 30 settembre 2013 è uscito "L'Age d'0r", il primo full lenght dei Preti Pedofili, per Toten Schwan, Sinusite Records, Spettro Records, Mai una gioia. Dieci tracce che si ispirano liberamente al concept del film di Bunuel e Dalì, scovando storie di degrado urbano e di magra solitudine nella società del Male, l'Occidente. Un'ispezione storica e sociale dentro i meandri più cupi dell'animo umano, con il tentativo non di giustificare, nè di comprendere, bensì di identificarsi con l'humus che costringe da sempre a organizzarsi in odiose gerarchie volte al sopruso e alla sopraffazione del più debole. La leggenda di un'età dell'oro, agli albori della civiltà, diventa quindi l'eterna chimera e l'eterna dannazione dell'uomo, il quale proietta in un passato remoto ciò che non ha il coraggio nè la volontà di realizzare oggi. L'ennesimo mitologico solco tracciato nella Storia, per simboleggiare una presunta superiorità. E per giustificare nuove ingiustizie e nuove atrocità.

Credits

released 30 September 2013
Registrato e Mixato ai Preti Pedofili Studios nell'estate 2013.

Prodotto da Davide Rossi e Preti Pedofili il 30 settembre 2013.

Artwork a cura di Trivo.

Fotografie di Giuliana Massaro.

Il brano "C'est femme l'autre nom de dieu" è originariamente registrato da Nastenka aspetta un altro.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati