Puscibaua - Viscere testo lyric

15/09/2021 - 13:56 Scritto da Puscibaua Puscibaua 0

TESTO

Esce dalle viscere dei cosmonauti
e prosegue il suo tragitto in percorsi depressurizzati,
non entra in circolo, entra in orbita:
l'atmosfera l'accende
che bella, che bella una stella cadente!

Esprimi un desiderio,
ti lamenti del tempo:
"che pioggia di merda" e in questo caso è pure vero,
ora che ha perso poesia la conquista delle stelle
perde anche Giulio Verne.

La santità del luogo,
la blasfemia delle preghiere:
quante cose si vedono normali
con la deformazione del bicchiere.

Mangiare e poi smaltire,
cosa ci vuole a fare
un proprio sistema solare?
Ci dev'essere per forza
un centro dell'universo,
ma non ha molto da dire,
sta fermo a guardare
gli altri girare,
dopo un po' uno si stufa anche di giudicare.
Il suo giudizio li attrae:
ecco perché, con metafore fuorvianti,
anche i vecchi davanti ai cantiere sono importanti.

La santità del luogo,
la blasfemia delle preghiere:
quante cose si vedono normali
con la deformazione del bicchiere.

La santità del luogo,
la blasfemia delle preghiere:
le nostalgie di ieri si ritrovano in posti
tutto sommato allegri.

Esprimi un desiderio
ti accontenti di poco
ma non basta una scintilla
per tenere vivo un fuoco.

PLAYER

Premi play per ascoltare il brano Viscere di Puscibaua:

Questo brano è stato inserito in alcune playlist dagli utenti di Rockit:

VIDEO Viscere

video frame placeholder

ALBUM E INFORMAZIONI

La canzone Viscere si trova nell'album La Bestemmia uscito nel 2016.

Copertina dell'album La Bestemmia, di Puscibaua
Copertina dell'album La Bestemmia, di Puscibaua

---
L'articolo Puscibaua - Viscere testo lyric di Puscibaua è apparso su Rockit.it il 2021-09-15 13:56:10

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia