Radio Carnera - Ascolta e Testo Lyrics Marciapiedi

Brano

00:00
 
00:00

Testo della canzone

Si stritolavano nell'invasione umana
le colonne di personalità liquidate
e quel ricordo vago di ossigeno condiviso
ove acque calme si avvolgono
come fasci di urine alla fiera di paese.
Orrenda scena la tavola ancora vestita a festa
e nessuno che gode più del piacere
due corpi s'intravedono morti ai bordi.
Steso sul prato curato di veleno
distendo le braccia in segno di fede.
Vieni qui... Vieni qua...
non aver timor
sorprenditi del mio amor
La mia mano squarcia la sabbia dal vaso
e trovo il passo indigeribile al cemento
si definisce, confezione persa di sguardi
tra il dì lontano di giorni felici
e la fiera consapevolezza d'intelligenza.
Comprendo il ripieno del tuo cuore spento
è ripieno di sabbia bagnata
ove ogni mia lacrima ha estratto il nulla
che si compia così il mio destino
rigettando sui marciapiedi
la rinascita della libido
sulla gamba del mio destino.
Vieni qui... Vieni qua...
non aver timor
sorprenditi del mio amor
Vieni qui... Vieni qua...
non aver timor
sorprenditi del mio amor...

Album che contiene Marciapiedi

album Cuore di Cane - Radio CarneraCuore di Cane
2015 - Indie, Blues
Vai all'album Vai alla recensione

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati