Alga Damaran demo 2000 - Rock, Progressive, Dark

precedente precedente

Un classic rock lontano e velato di prog, con atteggiamento evocativo e medievaleggiante.

La posizione degli Algadamaran e' piuttosto fuori dagli schemi ordinari dell'alternativita', ponendosi all'interno di una musica antica e pensata, con melodie solenni e canto potente dall'accento vagamente gregoriano.

Le onde prodotte dagli Algadamaran puntano ad emozionare con tinte oscure, producendo forti sospiri in chi ascolta, ma in realta' questi tentativi non riescono ad oltrepassare la sensibilita' del mio orecchio, che rimane fermo e assonnato di fronte ai loro tentativi.

Nonostante chitarre presenti e corpose, ritmica semplice ma decisa, basso caldo e scarno, questa formazione non scuote e non incide, rimanendo anonima per buona parte dei sei brani (di cui due cover).

A nulla servono alcuni esperimenti per fare il verso all'enfasi di Ferretti, dato che i testi non possiedono nemmeno l'ombra della sua classe, finendo per ricadere in banali arzigogli pseudo letterari.

Una proposta che trovo fortemente noiosa, ma che non posso disprezzare vista l'inequivocabile qualita' degli arrangiamenti e la discreta abilita' strumentale, che va ulteriormente apprezzata se si considera l'ottima registrazione dal vivo al Flog di Firenze.

Dato che il floppino allegato risulta illegibile grazie alle poste italiane, non ho molte altre notizie da darvi, se non che sono di Carrara, che sono probabilmente bravi ragazzi... e che non entreranno piu' nel mio lettore.

---
La recensione demo di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2000-12-27 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia