< PRECEDENTE <
RECENSIONE
03/03/2010

La premessa è che del disco d'esordio di Unòrsominòre si può dire tutto, ma non che sia un brutto lavoro. Ci sono alcuni difetti e aspetti di difficile comprensione, ma nel complesso si tratta di un insieme di brani che tengono e hanno una ragion d'essere. Testi che si sforzano - riuscendoci gran parte delle volte - di non essere un clichet del pop-rock in italiano e un'atmosfera compatta e coerente lungo tutte le dieci tracce del disco. Dov'è allora il problema? Nel mondo che Unòrsominòre vuole creare ed evocare. Fin dal primo brano, l'ascolto è accompagnato da una sensazione di familiarità che lascia presto la mano a un'impressione di già sentito. I riferimenti principali sono quelli del rock anni 90 targato C.P.I.: chitarra in grande - troppa? -  evidenza e cantato che riecheggia i Marlene Kuntz. A differenza di questi nomi l'album non riesce però a essere profondo e significativo come vorrebbe. Gli aspetti positivi elogiati qualche riga fa finiscono infatti per farsi sopraffare da un vago senso di mediocrità e vorrei-ma-non-posso che finisce per agire da zavorra. Un peccato, emendabile però con una maggiore intraprendenza e una produzione più coraggiosa.

Tracklist

Ascolta su: Apple Music Amazon Music Tidal
00:00
 
00:00
Commenti (2)
Carica commenti più vecchi
  • jaco 25/02/2010 ore 10:22

    mi piace assai

    > rispondi a @jaco
  • Valerio Ciucci 03/03/2010 ore 11:29

    a me piace...
    magari si potrebbe migliorare un po' la produzione...

    > rispondi a @vals81
Aggiungi un commento:

ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
Chi ha letto questa recensione ha visto anche:
> PROSSIMA >
Pannello

TOP IT

La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

vedi tutti

ULTIMI ALBUM

Gli ultimi album con ascolti caricati dagli utenti.

vedi tutti
Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani