Chupaconcha Bestia Session 2010 - Sperimentale, Psichedelia, Funk

Bestia Session precedente precedente

Atmosfere tese, in bilico tra jazz d'avanguardia e un funk che scivola spesso nella psichedelia di altre epoche, di altri lidi. Veronesi, bravi musicisti con storie diverse alle spalle, con tanti live in tutta Europa, con Barcellona che le unisce. "Bestia Session" è un progetto in cui si respira un'aria diversa, lontana dagli stereotipi sperimentali nostrani, dalle digressioni mediterranee, dalle concessioni alle melodie e al suono levigato.

Sporchi, trascinanti, grezzi. E' ricerca pura quella dei Chupaconcha, fatta di estro ed improvvisazione, dove il segno dei calli da strumento prevale sulla mente e sul concettualismo, dove il flusso prevale sul momento, sul messaggio, su ogni sovrastruttura. Un continuo rimando alle colonne sonore, Lalo Schifrin e Armando Trovajoli, ambientazioni cupe e opprimenti, il suono della metropoli novecentesca, dei night di "Milano Calibro 9" e della San Francisco di "Bullitt". Venti minuti piacevoli, potenzialmente imperdibili nella dimensione a loro più congeniale: quella dell'improvvisazione live.

---
La recensione Bestia Session di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2011-05-27 00:00:00

COMMENTI (2)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • eveyhammond1 10 anni Rispondi

    ottima recensione, fa venire voglia di ascoltarli [:

  • faustiko 10 anni Rispondi

    Però... bravi!