< PRECEDENTE <
album La morte non è niente - Sensuth

Sensuth La morte non è niente

2010 - Rock, Alternativo

RECENSIONE
29/07/2011

I Sensuth sono voce, due chitarre, basso e batteria e questo è il loro Ep d'esordio. Il loro nome deriva dal tedesco Sehnsucht (anticamente appunto Sensuth), che incarna un concetto tipico del Romanticismo. In italiano significa struggimento e indica il concetto tipicamente romantico del "desiderio del desiderio dell'altro", quel senso di vuoto e dolore che si prova desiderando qualcosa che non si ha, né si potrà avere. Il Sensuth può consumare, rodere da dentro un essere umano, un desiderio così forte e vivo da prosciugarlo, fino a far si che lo stesso desiderio si trasformi in una psicopatologia, e il dolore insostenibile porti al desiderio di morte, quindi al suicidio.

Le tre tracce di "La morte non è niente", cantate in lingua italiana e i cui testi presentano quella nostalgia tipica dello dello Sturm Und Drang, si compongono di sonorità addolcite da una venatura pop, ma s'ispirano chiaramente all'atmosfera new wave. Tutto ciò, abilmente mescolato con il grunge, fa trasparire un amore per il rock progressivo italiano nella sua massima espressione contemporanea, un gruppo da seguire e tenere d'occhio.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >