< PRECEDENTE <
RECENSIONE
20/10/2001 di Giuseppe Iannozzi

I Nakaira nascono nel 1994 come “Shanti”: l’obiettivo è quello di dar corso ad una ricerca sulle tradizioni delle aree geografiche orientali, scozzesi, balcaniche e spagnole. In seguito il nome del gruppo cambia in Nakaira prendendo spunto da un timpano tipico del Mediterraneo: in francese, nacaires indicava l’insieme dei timpani utilizzati per far musica nel Medioevo.

Ascoltando l’ultimo lavoro dei Nakaira non si può non trarre un sospiro di piacere: il connubio tra ballate tradizionali del mondo occidentale e orientale è un piccolo miracolo di consumata esperienza. Il disco è essenzialmente un live suonato e arrangiato alla perfezione; in apertura “Ghibli”, un brano d’ispirazione mediorientale con eccellenti incursioni acustiche balcaniche. Notevole “The rights of man”, brano composto nel Settecento dal compositore irlandese T. O’ Carolan che i Nakaira eseguono con fascinoso virtuosismo e trasporto. Anche “The dark island”, un brano tipico della Scozia, così come l’ottava traccia “The Broken Pledge/Nights in Sophia”, una commistione di stile irlandese e bulgaro, non lasciano spazio a dubbi: i Nakaira conoscono perfettamente la nobile arte di assemblare suoni culturalmente opposti per creare sonorità nuove e allo stesso tempo classiche. “Siroco” è suonata sia dal vivo sia in studio: diversi gli arrangiamenti, forse la versione dal vivo è più magica, mentre quella in studio è un po’ più fredda.

Antonio Curiale, Franco Barbanera, Fulvio Barkas, Angelo Liotta, Vincenzo Virgillito sono dei grandi strumentisti; in questo album dal vivo danno ottima prova della loro abilità e introducono l’ascoltatore in un mondo sonoro magico dove l’integrazione fra occidente e oriente è così ben riuscita da lasciar pensare che, forse, le barriere culturali e geografiche in realtà non esistono se non nella burocrazia della storia e della geografia.

Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Chi ha letto questa recensione ha visto anche:
    > PROSSIMA >
    Pannello

    TOP IT

    La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

    vedi tutti

    La musica più nuova

    Singoli e album degli utenti, in ordine di caricamento

    vedi tutti
    Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani