Casa del Mirto 1979 2011 - Lo-Fi, Alternativo, Surf

1979 precedente precedente

Ahimè qui arrivo tardi: qualcun altro ha già potuto dire che Casa del Mirto è un gran bel nome di merda. E vabè, me ne farò una ragione. E' che o dimentico subito o non dimentico mai. Come quel malato di John Galliano.
Anyway la Casa del Mirto ha fatto un disco tranquillo, relax, pennichella. "1979" è talmente rilassato, nel senso di spaziale, del tipo 'butto un po' di suoni dentro tanto alla peggio è post-noise', che alcune tracce sembrano effettate col wahwah dei cdj 100s. Altre durano un minuto e me ne sbatto. E poi ce ne sono 2-3 che sono molto piacevoli, fossero tutte così mi guarderei un pornazzo in sottofondo. Nel senso: sex positive.

La vera storiaccia è fare i dischi con quella psichedelia da filmini dei matrimoni dei vostri genitori, con le facce sdoppiate come le foto promozionali dei Fare Soldi. E' questo maramaldeggiarsi addosso a botte di chillwave, glo-fi, pompini music e Memory Tapes, che mi deprime. Eppure la musica dei CDM non è proprio da chiamare urgente Amnesty International. In generale boh, per voi questo disco può andare, per quei synth lievemente electro 80's che fa molto hipster art. E' che... mmm.. non so come dire: è sempre quella cazzo di new wave infame che torna puntualmente a drugapulcarci la m*n#@ia.

Da una parte la prospettiva di suonare in preserata al Fabric (seeeh magari!), dall'altra sveltine con la chitarra che mi cadono le palle sul pavimento. E con le palle si sa: l'importante non è l'atterraggio ma la caduta. In generale: a sto giro bene, ma per il futuro: attention please!!!

---
La recensione 1979 di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2011-06-06 00:00:00

COMMENTI (11)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • ematomablues 10 anni Rispondi

    siamo sicuri che un disco del genere meritasse una recensione ?

  • giuseme77 10 anni Rispondi

    Egregio Michele 'wad' Caporosso mi sono registrato qui esclusivamente per rispondere alla tua recensione... se così vogliamo chiamarla...
    Innanzitutto comincio col dire che si vede che sei un ebete... è chiarissimo!!!in secondo luogo ho potuto appurare la tua ignoranza nell’esprimere un concetto semplice ,accompagnata da quella arroganza tipica di chi pensa di avere neuroni sufficienti da sfoggiare una logica di ragionamento sensata. per quanto concerne la tua cultura musicale sono certo che faresti meglio a darti all’ippica perché non hai la benché minima capacità di metter su due righe una critica che anche pur negativa dimostri una certa professionalità e competenza sull’argomento trattato. Premesso ciò , ed indipendentemente che Casa del Mirto sia per me una band validissima , mi dispiace davvero che venga infangata in questo modo ignobile.
    Quindi concludendo e volendo cercare di trovare comprensione nel tuo modo di “essere” aggiungo che infondo non hai alcuna colpa se sei così , piuttosto attribuirei la stessa a coloro che ti consentono di pubblicare queste cazzate gratuite…e qui mi fermo che è meglio…
    :(

  • sand 10 anni Rispondi

    ma che cacchiolina di recensione è?
    dobbiamo ridere? metterci a piangere?
    applaudire? leggerla mille volte per punizione?
    l'ho letta 2 volte, e ho già il cervello in panne.

  • lagonellavena 10 anni Rispondi

    ma lo faccio già di mestiere
    e sono così bravo che parecchi imbecilli mi danno retta
    tu sei il mio preferito

  • clementine1984 10 anni Rispondi

    Ma questa è una recensione??:] ahahah, mi provoca un'ilarità che nemmeno Zelig dei tempi d'oro riusciva a scatenare.. Oltre alla già citata totale e preoccupante (per chi dice di fare recensioni) incapacità di costruire una frase corretta, ciò che colpisce è innegabilmente la mancanza di criticità costruttiva e SAPIENTE. Cosa ha scritto Caporosso? Una serie di parolacce e turpiloqui che farebbero imbarazzare il mio ragazzo :? eheh. la butto sull'ironia va..
    Parole come "merda, pompini, pornazzo, minchia, cazzo di new wave, cadono le palle" che c'azzeccano (come direbbero a Napoli) con una recensione musicale?? Ma aveva appena passato una giornata no Caporosso?
    Io penso che una critica per essere definita tale debba avere delle fondamenta tecniche e chi la scrive debba avere profonda conoscenza della materia. Caporosso non dimostra tale padronanza. Dimostra solo che ha 17 anni o..(nel caso fosse over 24) è meglio che qualcuno gli insegni a scrivere di Musica.
    Ps. I CdM sono fichissimi e venerdi faccio un salto a Milano solo per loro!:):):):):):)

  • aiemwadaiem 10 anni Rispondi

    esagerata.
    occhio che nel ghetto non si perdona, baby :D



  • simpatiaportamivia 10 anni Rispondi

    Iniziando a considerare la lunghezza della tua "recensione" sembra quasi che ti abbiano imposto di farla proprio la sera in cui dovevi vedere una supergnocca. Detto questo, il tuo vocabolario fa sorridere e non dire che sei cresciuto nel ghetto perchè nessuno ti crede, almeno io non ti crederei e non provare dire che volevi dare un taglio dissacrante a ciò che hai scritto! Anyway, se questa era la tua intenzione beh devi rivedere la definizione di dissacrante e soprattutto la sintassi della lingua ialiana perchè non si capisce una mazza. Riprendendo le tue parole, come fare musica non è buttare suoni a casaccio, anche scrivere non è buttare giù idee a cazzo campana. Poi evita di scrivere dopo esserti fumato un cannone perchè quello che hai scritto ha esattamente la forma dei discorsi di una persona dura come un sasso. Sai qual è l'unica cosa che mi farebbe pensare che sei cresciuto nel ghetto??? Il fatto che nessuno ti abbia mai insegnato a rileggere prima di pubblicare/consegnare un elaborato! (il messaggio è rifatti le elementari)é cosa buona e giusta che una recensione abbia un taglio critico, ma se deve diventare un misero strumento di offesa, beh, vai riguardarti anche la definizione di recensione.vai a scrivere su vernacoliere però prima devi imparare il toscano, ma prima di tutto l'italiano. ciao Michele Capa de Cazz...


    (Messaggio editato da simpatiaportamivia il 06/06/2011 16:15:26)

  • fabiomarasco 10 anni Rispondi

    Tracce perfette come sottofondo in macchina o mentre si lavora. Complimenti!

  • panzerfaust 10 anni Rispondi

    la frecciatina ai fare soldi/amari/pasta è la firma di Wad ahah :]

  • casadelmirto 10 anni Rispondi

    Lagonellavena ma non te la sarai mica presa per quella storia dei Burgess? Ma dai che ti vogliamo bene, tanto che ti consigliamo di trovarti un lavoro. Qui sei molto bravo a fare il pagliaccio, potresti farlo di mestiere. Baci:)