< PRECEDENTE <
album Even further than you think - Physis ex Machina

recensione Physis ex Machina Even further than you think

2010 - Stoner, Grunge, Alternativo

RECENSIONE
11/04/2011

Se stoner è la definizione a cui lo stile di questa band più si accosta, è necessaria una postilla. Controllate il foglietto illustrativo con la cura dell'ipocondriaco, vi accorgerete che in basso, ci sono un paio di righe scritte in piccolo. Leggete: "Si avverte che prima dell'ascolto, è necessario dimenticare tutto quello che rimanda alla dolceamara poetica di strada kerouachiana, tipica dei picchi più introspettivi del genere. Concentrarsi prettamente sul manifestarsi dei sintomi adrenalinici". A questo proposito, prendete la grezza ferocia che puzza di punk hardcore dei Fu Manchu, aggiungete un pizzico di psicadelia del suono dei Kyuss, ed eseguite un pezzo qualsiasi degli Alice in Chains. Ora registrate 25 minuti del tutto con gusto nu metal per la distorsione della chitarra, e otterrete "Even further than you think". Sette brani trascinati da un'onesta carica energica, che funge solo da effetto placebo. Rimangono deluse le aspettative di originalità degli esterofili, che nutrivano fiducia in origini e passioni eterogenee del quartetto con base a Madrid. Peccato.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Chi ha letto questa recensione ha visto anche:
    > PROSSIMA >
    Pannello

    TOP IT

    La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

    vedi tutti

    ULTIMI ALBUM

    Gli ultimi album con ascolti caricati dagli utenti.

    vedi tutti