< PRECEDENTE <
RECENSIONE
03/10/2011

Chiaramente assurdo! Questa esclamazione, che verrà ampiamente ripetuta, sarà il leitmotiv della recensione. Fortunatamente per me e per voi, la durata di codesto strazio non varca il quarto d'ora. E meno male. Non avrei sopportato oltre. Assurdo che curiosando fra le varie piattaforme, da Facebook a Myspace, vengano sbandierati curriculum professionali invidiabili ed esperienze musicali niente male. Questo trio, si apprende ancora sul web, gode di un discreto riscontro e tutto grazie alla loro preparazione, alle loro doti e qualità artistiche. Davvero assurdo, considerando che ascoltando questo promo emerge ben altro. Tre brani di insulso, scadente (e scaduto) mefitico pop punk-rock. Sulla bio sono segnalati persino come alternativi. Assurdo.

Tripudi di "stecche" (inavvicinabile la seconda traccia), testi da prima liceo, arrangiamenti alla "SingStar" e confusione degna solamente della più infelice sagra di paese. Nemmeno la pronuncia inglese del cantato si salva. Loro forse non lo sanno, ma i giovani che vivono ascoltando e nutrendosi di buona musica, non si accontentano più. Stanno diventando sempre più esigenti. Si aspettano e si meritano di meglio, soprattutto dai loro coetanei. Di EP come questi, possono e possiamo tranquillamente farne a meno.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >