Videodreams Wet Pain — EP 2012 - Pop

Disco in evidenzaWet Pain — EP precedente precedente

Tre tracce sono davvero poco per capire se l’operazione è riuscita, ma mettere argini ai sentimenti non significa farli smettere di vibrare.

“Give your heart time to slow down”, ma il cuore continua a battere all’impazzata, come l’incedere leggero ma veloce della batteria. La melodia ci prova a farlo ragionare, a dettare le regole di un sentire pacato e conciliatore, ma forse quella del tempo è solo una favola che ci raccontiamo per smettere di soffrire: alla fine, quello che resta è un unico suono, un po’ grave e un po’ sporco.

Così si conclude il nuovo breve ep dei Videodreams e questa terza treccia è la sintesi migliore delle idee messe in circolo: ritmi ipnotici e lievi, sonorità fredde, aperte ma evocative, intervallate da dichiarata liricità ("Quicksadness"), melodie morbide che si fanno spazio discretamente. Tre tracce sono davvero poco per capire se l’operazione è riuscita, ma mettere argini ai sentimenti non significa farli smettere di vibrare.

---
La recensione Wet Pain — EP di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2012-04-12 00:00:00

COMMENTI (3)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • MariaEugeniaGranata 10 anni Rispondi

    Il migliore EP del primo semestre 2012...Bravi bravi bravi!

  • LuciaViolettaValryGasti 10 anni Rispondi

    che emozione ascoltarlo finalmente, per me è si.

  • effebicommunications 10 anni Rispondi

    Un Ep semplicemente delizioso, emozionante, da non perdere ! Grandissimi Videodreams !!!!!!!!!!!

IL TUO CARRELLO