Compilation Simmetrie - Un omaggio agli Scisma 2012 - Cantautoriale, Alternativo, Pop rock

Simmetrie - Un omaggio agli Scisma precedente precedente

Se nelle intenzioni dei curatori c'era anche la volontà di far conoscere gli Scisma a chi allora non c'era, l'obiettivo probabilmente non verrà neppure sfiorato

Non me ne vogliano i curatori di quest'omaggio (in free download qui), ma una domanda mi attanaglia fin dal primo momento in cui sono venuto a conoscenza di questa iniziativa: era proprio necessario? O quantomeno: era proprio necessario farlo adesso? Non comprendo infatti l'urgenza nel realizzare oggi una raccolta di 14 canzoni degli Scisma, perché se è vero che probabilmente si tratta della band più rimpianta nell'ambito dell'indie italiano degli ultimi 15 anni, è anche vero che nessuna delle band coinvolte può ancora avere avuto modo e tempo di metabolizzare quelle canzoni e quell’attitudine.

Il giudizio negativo su questa compilation non è tanto dettato dal confronto sfavorevole con qualcosa che a livello artistico si può definire imponente, bensì scaturisce dalla convinzione di aver a che fare con un insieme di pezzi che difetta sul piano dell'ispirazione complessiva. Il livello medio delle rielaborazioni non solo è decisamente inferiore alle aspettative per un'operazione del genere, ma all’ascolto non troviamo quasi mai una tensione creativa o una motivazione tale da giustificare la partecipazione alla raccolta.

Quelli che sembrano quantomeno provarci ad eguagliare lo spirito delle canzoni degli Scisma sono Il Disordine delle Cose ("L’amour "), Lefebvre ("Jetsons High Speed "), Vanderlei ("Svecchiamento"), Mimmiz col feat. di Max Zanotti ("Troppo poco intelligente"), Norman ("L’universo ") e Glitterball ("I'm the ocean"), ma il risultato nel complesso non è mai esaltante. Rasentano invece il disastro i Sexy Cool Audio (la loro versione lo-fi di "Rosemary plexiglass" è da bestemmia), i Desert Motel (come rendere innocuo un brano che all'epoca fu scelto come singolo) e i Dilaila (che reinterpretano "Simmetrie" facendo il verso a Nada... perchè?).
Nel mezzo gli altri partecipanti, dai Public ("L'innocenza") ad Andrea Carboni ("Golf "), passando per gli Es ("Centro"), tutti intenti a rimediare la sufficienza stiracchiata.

Concludiamo con una (amara) riflessione: se nelle intenzioni dei curatori c'era anche la volontà di far conoscere gli Scisma a chi allora non c'era, l'obiettivo probabilmente non verrà neppure sfiorato; anzi, a dirla tutta, persino coloro che dell'ensemble bresciano conoscono a menadito il repertorio, alla fine della fiera andranno a ripescare le versioni originali per assicurarsi che almeno quelle a distanza di 3 lustri suonino ancora come allora.

---
La recensione Simmetrie - Un omaggio agli Scisma di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2012-05-24 00:00:00

COMMENTI (26)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • utente57088 10 anni Rispondi

    http://www.youtube.com/watch?v=tIfWGEx3aFA

  • utente57088 10 anni Rispondi

    Fausto 'Faustiko' Murizzi si hai ragione tu Rockit gli 883 e tutti gli artisti "allineati indipendenti e untuosi " che vi seguono, buona notte !

  • faustiko 10 anni Rispondi

    @feedbaknoise allora mi stai dando ragione... :-)

  • dilis 10 anni Rispondi

    voglio fare una riflessione seria... credo che qualsiasi persona che abbia un minimo di criterio musicale non possa in alcun modo fare paragoni con le due compilation e non mi riferisco ai gruppi chiamati in causa ma ai due gruppi tributati, detto questo io ritengo che ognuno possa dare un giudizio può piacere come non può piacere, ma quello che io ho notato è stata la presa di posizione a priori contro il tributo e per questo vorrei chiedere a Fausto cosa ne pensa di quello sugli 883, era proprio necessario?

  • utente57088 10 anni Rispondi

    Fausto 'Faustiko' Murizzi meglio un tributo qualitativamente scadente ( ognuno la pensa come vuole.... ) che un tributo al vuoto artistico come gli 883.....

  • faustiko 10 anni Rispondi

    Ma spiegatemi una cosa: qualitativamente parlando, vi accontentate di un tributo degli Scisma a questo livello?

  • dilis 10 anni Rispondi

    Io sinceramente mi sento offeso... non sono proprio stato menzionato e per me è importante... domani devo andare in gita e se non porto un buon voto a mio padre non mi ci manda...

    poi avevo avvisato Marco sugli Scisma... non era il momento di farla sarebbe stato più utile, facile e conveniente fare un tributo sui Lunapop...

  • ales 10 anni Rispondi

    Fausto (ma come si fa questa cosa del nome sottolineato?)

    Non sto parlando generalmente di Dilaila (e comunque anche stavolta non sono d'accordo) Vs. Maria Antonietta (che nei suoi pezzi dà prova di qualità incontestabile)

    Mi riferisco esclusivamente a "Simmetrie" e "Weekeannd". Punto.

    Però siamo sempre sul terreno della competizione, che è quello sbagliato.
    Ti aspetto fuori. ;)

  • faustiko 10 anni Rispondi

    I Dilaila, caro @ales, sai bene che per me sono sopravvalutati come band. Lei bravissima tecnicamente ma non mi ha mai, dico mai, entusiasmato.
    Le canzoni di MariaAntonietta, che piacciano o meno, c'è della gente che sotto il palco le canta...

  • ales 10 anni Rispondi

    Io non sono d'accordo sul parallelo Dilaila - scimmiottamento di Nada.
    E' un giudizio gratuito (non tanto per Nada, quanto per quel "fare il verso a").

    Opinione personale, si sa. Ci conosciamo da anni, Fausto, sai che non sono avvezzo a competizioni/polemiche/scassamentidicazzo.

    In tutta sincerità, quell' "Era proprio necessario?" mi ha lasciato piuttosto perplesso. E mi chiedo se "era proprio necessario" scrivere "era proprio necessario".

    Dando così, di fatto, il via alla competizione.

    E' automatico: leggo il tuo parere sui Dilaila e mi viene in mente il giudizio diametralmente opposto su Maria Antonietta di "Weekeand" (durante l'ascolto della quale mi sono chiesto: "era proprio necessario"?).

    E mi rendo conto che i gusti sono personali e si evolvono in modo imprevedibile.
    E quindi, seguendo i miei gusti, non sono d'accordo su niente di quello che hai scritto nella recensione.

    Ciao, alla prossima :)