The Gentlemen's Agreement Da... da... da quando ci sei tu 2012 - Alternativo, Pop rock

Disco in evidenzaDa... da... da quando ci sei tu precedente precedente

Quattro punti di vista originali, fragorosi e colorati su quella follia chiamata amore.

“Prova ancora. Fallisci ancora. Fallisci meglio”. L'amore è assurdo come una pièce di Beckett. E contro l'amore si perde sempre. Tanto vale allora abbandonarsi al sentimento, e a un fallimento tanto bello e potente da far ringiovanire o far passare la balbuzie. Quattro storie d'amore raccontate come se fossimo su una macchina del tempo a forma di teatro, che ci porta negli anni dell'assurdo e del varietà. E come una compagnia di quelle un po' colte e un po' sgarrupate, i Gentlemen's Agreement mettono in scena un balbuziente che (quasi) guarisce grazie a un incontro magico, e che del suo tartagliare fa un ritmo swing.

Il secondo atto si svolge in un tripudio di violini fra il balcanico e il ristorante napoletano vista mare, il protagonista balla, ammicca, canta ispirato e recita di un amore che è amore anche quando fa soffrire (fisicamente). Segue il messaggio di una “vecchiarella” che ci dice che l'amore non ha età: “Io che ci posso far, a me l'amor, l'amore a me piace, e col passar del tempo ancora di più”, canta mentre tutt'intorno turbinano coriandoli di musica apolide.

Sorge un sole caraibico quando entra in scena il contadino di “Masto Mondo”, con le sue guance rosse e la sua voglia di libertà, e poi tramonta mentre un coro circense si allontana, il sipario si chiude e la macchina del tempo ci riporta alla realtà, molto meno frastornante di questo matto carrozzone.

---
La recensione Da... da... da quando ci sei tu di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2012-07-13 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia