< PRECEDENTE <
album Liberi tutti - Viva Buendìa

recensione Viva Buendìa Liberi tutti

2012 - Folk

RECENSIONE
05/04/2013

Il gitan-rock dei Gogol Bordello, il folk-punk dei Flogging Molly e la canzone d’autore italiana; ecco a voi i Viva Buendìa. Forte di una lunga esperienza maturata dal vivo, il collettivo ligure sa come far ballare il proprio pubblico, “Liberi tutti” è un album vivace e divertente. Sette brani realizzati con un approccio cantautorale figlio della poesia di De Andrè, principale punto di riferimento. Dalla penna del cantante Dario Arnaldi fuoriescono testi surreali ed ironici. Talvolta assume le vesti di un cantastorie, si lascia andare con la fantasia, trovate racconti in musica come in “Le elezioni di Re Luigi” oppure “Irish Route”; il risultato è un medley tra sonorità differenti, più efficace quando i ritmi si fanno sostenuti. Sebbene a tratti ancora troppo derivativa, la prima prova dei Buendia è gradevole. Gli amanti del genere sapranno apprezzarla.

Tracklist

Ascolta su: Apple Music Amazon Music Tidal
00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Chi ha letto questa recensione ha visto anche:
    > PROSSIMA >
    Pannello

    TOP IT

    La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

    vedi tutti

    ULTIMI ALBUM

    Gli ultimi album con ascolti caricati dagli utenti.

    vedi tutti
    Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani