12/01/2013

Alter-ego dell’artista abruzzese Marco Marzuoli, già dedito ad attività curatoriale e ricerca audiovisiva di rilievo (recente è una videoproiezione notturna in alta quota al Rifugio Franchetti, in cima al Gran Sasso), raccoglie qui le sperimentazioni sonore in un breve lavoro per la sempre recettiva Setola di Maiale.

Riflessioni circoscritte al minimalismo storico – La Monte Young, Tony Conrad, William Basinski – in un doppio lato dalle tonalità dicotomiche, tra elettrificazioni materiche (“In communicability”) e un mutismo oppressivo e fotobico (“Silence”). Emerge, evidente, la necessità linguistica di appoggiarsi ai canoni della drone music per rappresentare con funzionalità una poetica dell’isolazionismo.

Il lavoro si esprime più compiutamente se messo in relazione all’estensione multisensoriale della ricerca artistica di Marzuoli – laddove video, suono e spazio installativo restituiscono l’interiorità di quell’estetica immobile e logora. Da seguire.

Tracklist

00:00
 
00:00

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati