Ed One Hand Clapping (or the LP with one sound) 2012 - Cantautoriale, Indie

Disco in evidenzaOne Hand Clapping (or the LP with one sound) precedente precedente

I Nove racconti di Salinger ispirano dodici canzoni “with one sound”: dream-folk dall'eleganza vintage.

I protagonisti dei racconti di Salinger sono snob, sempre un po' annoiati, composti e dignitosi in ogni circostanza, perfino mentre si suicidano. Se mentre leggi Salinger provi a immaginarti un film, quasi sicuramente vedrai camera fissa e cura maniacale per ambienti e abbigliamento, alla Wes Anderson, o Tom Ford. Se ci aggiungi la colonna sonora, sentirai del jazz patinato. Oppure, se ti prendi una licenza poetica e li sposti in avanti di qualche decennio, sentirai dell'indie-pop col filtro hipstamatic, sentirai quelle canzoni che accompagnano titoli di coda che tu resti a guardare mentre gli altri intorno a te si alzano e si mettono il cappotto, e tu scuoti la testa con holdeniana supponenza, ché quei bifolchi non sanno cos'è il cinema, i film si guardano fino alla fine, soprattutto quando la canzone sui titoli di coda è bella. Se fossero alla fine di un film, le canzoni di “One Hand Clapping” resteremmo seduti ad ascoltarle, perché sono belle, cinematografiche ed evocative. E ben intonate all'immaginario delle “Nine Stories” a cui si ispirano: non è difficile figurarsi gli artisti, gli intellettuali e i giovani viziati salingeriani girare per l'Upper East Side o in un college della Ivy League mentre la musica di Ed scorre eterea e ombrosa come l'adolescenza, tra folk e twee, Scozia, East Coast e grande nord (e Italia se per Italia intendiamo A Classic Education). Un pop sognante che non racconta storie nuove, ma che nel suo mondo ci si muove con la grazia dei personaggi ben disegnati.

---
La recensione One Hand Clapping (or the LP with one sound) di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2013-09-03 00:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia