Gozer il Gozeriano Quant'era verde la mia Mesopotamia 2011 - Demenziale, Pop rock

Quant'era verde la mia Mesopotamia precedente precedente

Canzoni da cazzeggio.

Una roba da andare fuori di testa per la gioiosa sorpresa sarebbe stata se un gruppo che si chiama come uno spettro di Ghostbusters avesse poi fatto musica bellissima e nuova e seria. Invece peccato, qui c'è un gruppo che si chiama come uno spettro di Ghostbusters e fa la musica che ti aspetti da un gruppo con questo nome: deliberatamente per niente nuova, musica demenziale per giovani nerd e adulti malcresciuti che prende per il culo la musica “seria” - bella o no.

C'è il lentone che si intitola “Il lentone” (“Sentilo amore questo è il lentone che mi sono estirpato dal cuore per te”), c'è l'irrisione all'intellettuale di sinistra che si intitola “Intellettuale di sinistra” (“Ma ciao sono un intellettuale di sinistra se tu fai il cattivo io farò il moralista se tu fai il moralista io farò il teppista e se mi offendi farò il cineasta”) ed è in forma di musica di sinistra – schitarrate anni novanta e testo declamato, non cantato. C'è “Le cose zozze”, ovvero The Smiths meets Le luci della centrale elettrica per sfottere il disagio del giovane outsider di provincia (“proprio perché di speranza non ce n'è voglio far le cose zozze con te perciò amore si può solo scopare drogarsi da morire e dopo cazzeggiare, perciò rubiamo un trattore facciamoci le feste in un paesaggio agreste”), c'è il punk di “Rudy il coniglietto che stupra le vecchie” e il folk con tanto di armonica on the road per raccontare la vita in tour (“eravamo in tournée in coda per il bidet” rima dell'anno).

Musica per le serate con i coinquilini a vino scadente, film anni ottanta, rutto libero e discorsi sui massimi sistemi tipo il calcio e il sesso occasionale.

---
La recensione Quant'era verde la mia Mesopotamia di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2013-03-28 00:00:00

COMMENTI (4)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • iocero 8 anni Rispondi

    (“eravamo in tournée in coda per il bidet” rima dell'anno).
    Stupenda, posso dirla in giro?

  • iocero 8 anni Rispondi

    Musica per le serate con i coinquilini a vino scadente, film anni ottanta, rutto libero e discorsi sui massimi sistemi tipo il calcio e il sesso occasionale."
    LO VOGLIO!!!!!

  • letix77 8 anni Rispondi

    E fai bene, sono le serate migliori quelle! ;)

  • randag.nuanda 8 anni Rispondi

    "Musica per le serate con i coinquilini a vino scadente, film anni ottanta, rutto libero e discorsi sui massimi sistemi tipo il calcio e il sesso occasionale."
    Personalmente ne sono lusingato!
    Steve Zabulon