Esperia Mosè 2013 - Rock, Acustico

Mosè precedente precedente

Buona la tecnica per un rock classico, diviso a metà tra USA e UK, manca un po' di personalità.

Questo EP è la colonna sonora perfetta per le sere afose dell'estate italiana. Un disco da finestrini bassi e sigaretta. "Niente si fermerà" è il primo brano e fin dal primo attacco costringe l'ascoltatore a tenere il ritmo col piede, la batteria è convinta e il ritmo incalzante.

Procedendo con l'ascolto si riconosce immediatamente l'attitudine che gli Esperia hanno saputo costruirsi dopo tanti anni insieme. Il disco è in qualche modo più intimo del precedente album, e i suoni risultano più ricercati. La voce di Andrea Rossi è graffiante e capace di ottime armonie (apprezzabile nella versione acustica di "Luci Riflesse", piacevole ballata a metà tra la costa statunitense e quella nostrana). Gli arrangiamenti risultano spesso azzeccati e orecchiabili, anche se a volte eccessivamente ricchi e leggermente stucchevoli ("Tutto in un attimo").

Le influenze sembrerebbero evidenti, con i grandi maestri del rock americano (Springsteen in primis) e d'oltremanica (il chitarrista Andrea Marchetti possiede senz'altro più di un album degli AC/DC), ma si sentono anche assonanze con Negrita e Litfiba. il risultato è molto più che discreto e manca, forse, soltanto un po' di coraggio in più, una scintilla: trovare qualcosa che li caratterizzi e differenzi dal resto, perché a livello tecnico i punteggi sono altissimi. Aspetto i prossimi lavori.

---
La recensione Mosè di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2013-05-29 00:00:00

COMMENTI (6)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • es214153p 8 anni Rispondi

    grazie del commento Zini...da come parli sembra che suoni con noi...forse dovremo assumerti :)

  • es214153p 8 anni Rispondi

    grazie per la recensione...Andrea + Esperia

  • lorenzo.zini.58 8 anni Rispondi

    grazie della recensione Mattia, forse hai ragione, a volte dovremmo "osare" di più, ma i nostri ascolti sono molto "classici" (dagli Stones, ai Pearl Jam agli Ac/Dc ecc..) e comunque ci condizionano nella composizione... Rock on !

  • lorenzo.zini.58 8 anni Rispondi

    great Mosè ! great recensione !

  • rudefellows 8 anni Rispondi

    ebbravo Mattia ;)

  • tusso17 8 anni Rispondi

    Bravi, bello, yeah!