22/03/2014

Tornano i Nana Bang!, progetto di Andrea Fusari e Beppe Mondini (già nei Gurubanana). Nei cinque pezzi che compongono questo dolce spaziale si alternano episodi acustici e tappeti di beat sintetizzati, il tutto amalgamato con un retrogusto marcatamente lo-fi. Il fascino concettuale coincide con un prodotto che evade dagli schemi con ostinazione: “A date in 56” e “Vampire” risultano scanzonate tanto d'apparire stucchevoli al punto giusto e restano nei timpani dell'ascoltatore. Il cantato brit e un'atmosfera 60s, regala in “How to become invisible” una performance capace di abbracciare pienamente il mood della canzone. Merita maggiori sviluppi artistici “Millionaire”, cross-over fra musica digitale e riff post-punk che si congeda con una promozione a pieni voti. Impreziositi da spunti interessanti e da una buona dose di personalità, i Nana Bang! meritano un ascolto. Menzione d'onore anche alla copertina, molto bella.

---
La recensione NANA BANG! - Recensione - Space Is A Cake di Giandomenico Piccolo è apparsa su Rockit.it il 16/07/2019

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati