Bob Balera Giorni Da Cicale 2014 - Pop, Easy-listening, Electro

Giorni Da Cicale precedente precedente

Ballare sul rock italiano può essere la svolta nelle feste riuscite male

Sagace e sano l'esordio di Bob Balera, progetto multiforma al cui capo sta Romeo Campagnolo che con il supporto di musicisti tutti provenienti dal nordest italiano produce e registra queste due simpatiche musiche. Il singolo "Giorni da cicala" più la b-side "Rimbalzi" sono tutto ciò che compone questo primo vagito sonoro, anteprima di un lavoro più completo atteso per la primavera 2014, il cui spirito ironico e romantico punta dritto a farsi amare, dalle cuffiette alla pista da ballo. Pop-rock sporcato di elettronica, abbracciato a testi dal gusto retrò, molto vicini ai Baustelle di "Amen" per ritmica e impiego di voce femminile e maschile all'unisono, i due brani di "Giorni da cicale" passano veloci perché divertono, li vuoi riascoltare ancora e ancora, la leggerezza è il vero punto di forza. Due brani suonati ottimamamente ed arrangiati altrettanto, che fanno pensare poco, con la giusta intensità. Piccole sequenze di immagini con filtro seppia, ritornelli monosillabici ipnotizzanti (il "lalala" del primo brano è una febbre vera e propria), morbide distorsioni da accompagnare con balli di coppia anni 70, testa e braccia a caso persi nei riff. Notevole prima pubblicazione per Bob Balera che speriamo ci faccia danzare ancora più a lungo ripensando ai tempi della colonia estiva, ai sandali di plastica, alla brillantina nei capelli dei nonni.

---
La recensione Giorni Da Cicale di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2015-01-24 00:00:00

COMMENTI (1)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • mx 6 anni Rispondi

    Occhio al refuso (anche se aspettare un disco per la primavera dell'anno scorso ha il suo fascino) :-)