< PRECEDENTE <
RECENSIONE
03/10/2014

Sarò io che sono uno snob tradizionalista e vecchio stile, chiedo venia, ma ancora ritengo che una delle migliori cose che si possono dire di una band italiana è che "non sembra italiana", appunto. Motivo per cui, quando ho ascoltato per la prima volta questo disco degli Universal Sex Arena e ho letto nella bio che sono di Detroit, per un attimo ci ho anche creduto.

Poi guardo meglio e scopro che in realtà Detroit sta alla provincia di Bergamo, dove è stato registrato (interamente dal vivo) questo secondo lavoro della formazione, con la produzione di Marco Fasolo dei Jennifer Gentle. Ma Bergamo o Detroit, il risultato cambia poco: siamo di fronte a una band che nulla, ma veramente nulla, ha da invidiare a quelle inglesi o americane.

Sarà l'assetto un po' anomalo, con le due batterie e la voce rabbiosa del cantante, sarà il suono che sfonda le casse con i bassi e le distorsioni: sarà, soprattutto, il fatto che raramente mi è capitato di ascoltare qualcosa che sia insieme così punk e così soul, così moderno e così retrò, così aggressivo e così raffinato. C'è dentro veramente di tutto, da Sly & the Family Stone ai !!!, dai  Minutemen a Joe Tex, dalle interminabili cavalcate afro-funk all'imprevedibilità dei Make Up, al totale delirio sonoro di certa elettronica.

Con un sound apparentemente incasinatissimo e in realtà studiato al dettaglio, e manco a dirlo incredibilmente efficace per ciò che si prefigge: far ballare. Tutti, in modo trasversale: dagli appassionati di black music anni Settanta a quelli in fissa con gli Aucan, dai blues-addicted con la puzza sotto il naso ai punk rockers orfani del pogo.

Progetto rischiosissimo, nelle intenzioni, ma magistrale nella realizzazione: e, a giudicare dai video su YouTube, dal vivo il tutto è ancora più travolgente. Il soul ai tempi dei rave parties: non lasciatevelo scappare.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti (2)
Carica commenti più vecchi
  • Nicol Veronica Stefani 03/10/2014 ore 21:50

    Spettacolari e sensazionali Universal Sex Arena!

    > rispondi a @martinica13
  • Teo TheSound 10/10/2014 ore 10:34

    un disco davvero eclettico e un sacco di sfumature da assaporare. gli Universal comunque sono da ascoltare, e vedere, dal vivo. live danno tutto quello che possono dare al pubblico e rendono 10 volte tanto.

    > rispondi a @thesounddj
Aggiungi un commento:

ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
> PROSSIMA >