21/11/2014

Quattro musicisti che al secondo anno d'attività raggiungono il banco di prova del primo disco: queste le coordinate di Bucintoro, rock-band veneziana che ci prova con “Impari”. La mezz'ora scarsa d'ascolto è fulgida espressione del sound che caratterizza la band: chitarre corpose accompagnate da una robusta sezione ritmica; rock-pop più per definizione che per estremi artistici: le progressioni melodiche strizzano l'occhio all'easy-listening ma non restano mai ingabbiate nei confini della scontatezza.
A coronare le sei tracce, la performance vocale di Enrico Griggio che brilla per espressività e capacità vocale: non convince del tutto, invece, l'esperimento in inglese di “Butterfly” perchè la metrica italiana (come negli episodi “Le note” e “Carpe Diem”) si presta meglio alla musica prodotta dai quattro veneti. Nel complesso, le prove generali di Bucintoro consegnano una band pronta a gettarsi nell'avventura lp: il sound è onesto e d'impatto, corredati da testi in italiano che permettono ad "Impari" di raggiungere una convincente sufficienza.

---
La recensione Bucintoro - Recensione - ìmpari (EP), 2014 di Giandomenico Piccolo è apparsa su Rockit.it il 18/07/2019

Tracklist

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati