18/06/2015

“Die Option” è il terzo lavoro discografico del gruppo milanese The Maniacs. L’album, che ha testi completamente in inglese, è composto da dodici canzoni che fanno l’occhiolino ai diversi generi del rock più standardizzato: grunge, hard rock, accenni di britpop e pure punk. La band ha fatto una scelta: sonorità conosciute e poco ardite in cambio di facile fruizione d’ascolto; infatti i ritornelli risultano subito orecchiabili e piacevoli.
Neanche le parole, cantate dalla più che dignitosa performance di Riccardo Danieli, tradiscono la semantica del buon album rock: emblematica è la frase “Sex is life, life is sex” di “Ahoy!”. Non c’è niente di particolarmente irriverente, si parla di sesso, svago e divertimento, ma non solo: “Dear Lennon (War it’s never over)” cita e fa in un certo senso il verso a “Happy Xmas (War Is Over)” del mitico John Lennon.
Per concludere, si può dire che The Maniacs hanno fatto un buon lavoro con “Die Option”, perché è un disco che si ascolta volentieri e in cui nulla stona o delude; si può criticare solo il fatto che in esso mancano rischi e originalità, ma forse l’intenzione è stata propria questa. Per chi ha voglia di ascoltarsi sano e puro rock.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati