As Madalenas Madeleine 2015 - Sperimentale, Acustico, Minimal

Disco in evidenzaMadeleine precedente precedente

Il Brasile e le As Madalenas. Un amore a prima vista.

Cristina Renzetti e Tati Valle. L’incontro fatale avviene quasi per caso, durante una cena organizzata da un comune amico musicista. E la scintilla scatta sin da subito: inevitabile quando le passioni e gli interessi che accendono la loro vita sono così vicini da non riuscire a distinguersi.

Cristina divide la sua esistenza raminga tra Bologna, la città che l’ha adottata, e il Brasile. Dove le collaborazioni con i migliori musicisti del Paese carioca sono tante e decisamente formative. Tati arriva da Londrina, nel cuore della regione del Paranà, e quando sbarca nel Belpaese e il gioco è fatto. Fino ad arrivare, sulla scorta di una forzata quanto necessaria sintesi, alle As Madalenas.

Cristina più Tati, ovvero Brasile, jazz, samba, cantautorato colto, folk, inclinazioni retrò, jazz. Tutto questo ben di dio si fonde alla perfezione in “Madeleine”, dieci pezzi, per lo più cover di scintillante bellezza. Testimonianze di un incontro felice, che ha portato le due musiciste a fondere le rispettive esperienze, a mettere insieme voci e strumentazione, a giocare a più non posso per poi gettarsi anima e corpo in un disco in equilibrio tra afflati intimisti ed esplosioni di energia. Ritmo e melodia come motore portante di deliziose reinterpretazioni di pezzi appartenenti a Moreno Veloso, Arto Lindsay, Paolo Conte (sua la “Madeleine” che dà il titolo al cd), Guinga, Adoniran Barbosa. E brani autografi decisamente sopra la media, come la divertente “Rita”.

Un lavoro ben riuscito, fresco, coinvolgente, destinato a chi non si accontenta della classica immagine del Brasile da cartolina. E a chi crede che la felicità possa mimetizzarsi anche tra un pugno di (belle) canzoni.

 

 

---
La recensione Madeleine di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2015-07-31 09:00:00

COMMENTI (3)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • goccia 2 mesi Rispondi

    Vero, "Rita" è un pezzo molto divertente, ma è anch'esso una cover ;-)

  • goccia 2 mesi Rispondi

    Commento vuoto, consideralo un mi piace!

  • maxonthebeach 6 anni Rispondi

    che bel discoooo!