Shiva Bakta Try to stay awake #1 2015 - Strumentale, Twee

Try to stay awake #1 precedente precedente

Shiva Bakta è diventato papà e ha pensato di scrivere da sé le ninne nanne per sua figlia: provateci voi a rimanere svegli

Prendete il pop folk, il grunge e il rock di Shiva Bakta (un vecchio amico di Rockit, da poco diventato padre), aprite un cassetto e metteteceli dentro a riposare perché "Try to Stay Awake #1" è una pausa da tutto questo, o quasi. È il corridoio che ci porta all’ingresso di un mondo con alberi e fiori dalle tinte pastello, popolato da fatine sorridenti, elfi stralunati, carillon e farfalle variopinte, insomma, un corridoio musicale che ci conduce con dolcezza verso la meraviglia e il sogno.
Cinque brani strumentali che, grazie al buon uso di rhodes, glockenspiel e di pianoforti meccanici, con i quali Shiva Bakta mescola psichedelia e melodie che richiamano antiche cantilene, ci portano indietro nel tempo, a quell’età dell’innocenza in cui tutto può succedere ed è giusto che succeda. Cinque ninne nanne ben suonate, ma che avrebbero potenziato il loro effetto fiabesco e magico se gli strumenti fossero stati reali e non campionati. Poco male, perché già così "Try to Stay Awake#1" mette addosso la voglia irrefrenabile di rannicchiarsi sotto il plaid e chiudere gli occhi. Provateci voi a rimanere svegli.

---
La recensione Try to stay awake #1 di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2016-01-26 09:00:00

COMMENTI (2)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • OrnellaEsposito 5 anni Rispondi

    Ahahahah. Da "buona" psicologa potrei dire che tuo figlio era già nato nel tuo spazio interno/emotivo, cosa sempre molto buona.

  • shivabakta 5 anni Rispondi

    piccola precisazione: i 5 pezzi sono stati scritti e registrati 6 mesi prima di rimanere incinto. Probabilmente stavo ovulando.