Erica Romeo White Fever 2015 - Folk, Acustico, Electro

White Fever precedente precedente

Folk classico e dell'anima viaggiatrice

Dice di essersi innamorata della lingua inglese in Irlanda, e che nel disco ci sono gli odori e le nuvole di quella terra. In effetti, il mood è variabile come il clima irlandese, e qua e là si affacciano suggestioni sonore provenienti dal paese in cui la cantautrice biellese ha vissuto per qualche tempo -l'inizio di “Bonnie & Clyde” per esempio. Ma non solo: la Romeo è chiaramente una viaggiatrice indefessa, e il suo folk tradizionale, appena appena elettrificato, respira di conseguenza di visioni che ci fanno arrivare con la mente ora in America – per il sound ma anche per alcuni dei testi, su tutti quello della title-track, che racconta il furto di quelle terre da parte del distruttivo uomo bianco – ora in Nord Europa. Con tocco delicato, belle melodie e sincera ispirazione Erica tesse un esordio non esattamente originale, però caloroso e dalle tinte ben armonizzate.

---
La recensione White Fever di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2015-11-12 09:45:00

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia