Leggi la recensione Video in questo album (2)

Descrizione a cura della band

È prevista per il 6 ottobre 2015 la pubblicazione di “White Fever”, EP d'esordio electro-folk di Erica Romeo, cantautrice di origini biellesi.
Rimasta fedele per molti anni al suo spirito cantautorale, con questo nuovo progetto Erica si discosta dal genere precedente e indossa le vesti di cantante folk inglese, con caratteristiche che per molti versi strizzano l'occhio all'Irish folk, inserendo però diversi elementi appartenenti all'elettronica e alla psichedelia.

Registrato presso il Bluescore Studio di Milano, prodotto e mixato da Federico Altamura, l'EP si compone di 7 tracce, per un totale di 20 minuti. La prima traccia, Intro, ci porta subito in ambientazione elettronica e preannuncia in maniera morbida i colori e le atmosfere di "White Fever", seconda traccia nonché singolo di esordio: si parla del virus “uomo bianco” e della sua sistematicità nel distruggere le culture, in questo caso quella dei Pellerossa. Un testo impegnato ma non impegnativo, caratterizzato da suoni psichedelici, da una batteria anni 60, cori e il suono inconfondibile del Moog.
Si parla di genuinità infantile nella terza traccia, "Secret", della gioia di riscoprire le cose con gli occhi di un bambino: allegria, freschezza e melodie intense in questa filastrocca moderna “a volte siamo talmente presi dai nostri stress e dal nostro punto di vista che ci perdiamo totalmente il sapore vero della vita, quello più profondo”. "Graduated Shadings" parla di amore, ma non di un amore sano ed equilibrato. Si parla del bisogno di soffrire, inteso come l'approccio malinconico verso la vita tipico delle persone che senza dolore non sanno vivere. “Ho voluto descrivere un periodo della mia vita in cui ero reduce di una relazione tormentata. Passati diversi anni da quella conclusione ho realizzato che spesso siamo noi i primi a voler continuare a vivere nel dolore di relazioni difficili”.
Con la ballad "Bonnie & Clyde", la traccia numero 5, si raccontano le gesta dei due famosi fuorilegge a ritmo di folk con sprazzi di sonorità elettroniche, il tutto registrato in presa diretta.
La traccia numero 6 è "Little Corner", singolo pubblicato nel dicembre 2014 grazie alla produzione di Mogar Music e Ibanez Italia: si parla di amore, quello con la A maiuscola, quello che non necessita di approvazione, ma bensì solo accettazione e rispetto. L’EP si conclude con "Secret Reprise", una “very short version” della traccia numero 3.

Credits

CREDITI
Registrato presso il Bluescore Studio di Milano. Prodotto e mixato da Federico Altamura. Produzione aggiuntiva di Peppe Petrelli. Masterizzato presso i Posada Negro Studios di Lecce.
Erica Romeo, voce e cori.
Sara Velardo, chitarre ed effetto.
Andrea Cocilovo, batteria.

TRACKLIST
1 – Intro (P.Petrelli); 2 – White Fever (E.Buzzo); 3 – Secret(E.Buzzo); 4 – Graduated Shadings (E.Buzzo); 5 – Bonnie & Clyde (E.Buzzo); 6 – Little Corner (E.Buzzo); 7 – Secret reprise (E.Buzzo)

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati