04/03/2016

Cambi di formazione e un lustro fatto di musica, concerti e kilometri macinati: i pisani Venus in Furs approcciano il nuovo anno con “Carnival”, secondo long play che dà continuità all'ep “BRA! Braccia rubate all'agricoltura”.
Il disco prodotto da Phonarchia e distribuito da Audioglobe propone undici tracce, un ascolto organico capace di attraversare diversi generi riconducibili alla matrice rock, autentica caratteristica della band; fin dalle prime note la terza prova studio dei Venus in Furs trasuda carisma e impatta i timpani dell'ascoltatore grazie a una concretezza poco comune. C'è omogeneità in questo disco, e c'è una poetica mai ridondante: arguta, scanzonata e impreziosita dalla gradevolezza delle tipiche sfumature toscane.
A congedare l'ascolto, una cover del brano di Celentano “Prisincolinensinainciusol”, tanto ben riuscita quanto difficoltoso è scriverne in titolo. “Carnival” è un disco interessante e merita una lunga vita on the road per arrivare a quanti più fan possibile.

---
La recensione Venus In Furs - Recensione - Carnival di Giandomenico Piccolo è apparsa su Rockit.it il 17/07/2019

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati