19/05/2016

CreMa è un giovane con un passato da rocker di cui abbiamo già avuto modo di parlare qui. Il suo ultimo ep, "Sodaboy", è un piccolo omaggio alla cittadina da cui proviene: Rosignano Solvay. A farla da padrone sono le rime fitte e i suoni industrial che un poco si distolgono dai lavori più trip hop che ci erano già stati presentati.
Se ancora una volta non si può non fare un plauso alla continua ricerca stilistica nelle metriche e nei suoni, a questo punto bisogna però provocare e spronare il rapper nel rammentargli che "la potenza è nulla senza controllo". Certo, i pezzi scorrono senza problemi ma, se davvero si vuol essere comunicativi (cosa che non bisogna sottovalutare, nonostante questo sia un genere pieno di parole), bisognerebbe iniziare a lavorare sulla forma, cercando di renderla accessibile anche a chi non è disposto a seguire i labirinti sintattici. La tecnica fine a se stessa (come può a volte sembrare) è capace di stregare tanto quanto allontanare ed è un monito importante per chi, con le parole, cerca di dirci qualcosa. In ogni caso, noi puntiamo tantissimo su di lui, una delle nuove e più interessanti facce del rap italiano.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati