14/12/2016

Una band con esperienza alle spalle maturata alternando periodi di registrazioni studio e tantissimi live: al culmine del decennale dalla data di fondazione, i Palkosceniko al Neon pubblicano “Radice di Due”, quinto long playing e sesto capitolo complessivo della loro storia musicale.
Undici episodi autoprodotti dalla band romana: la matrice hardcore punk si declina in melodie cupe e intimiste per esprimere al meglio i testi, in bilico continuo fra riflessione e protesta, che vengono cantati, urlati, e interpretati in modo convincente ed espressivo. C'è potenza sonora nelle ritmiche registrate dai Palkosceniko, e svetta su tutte la traccia “Quella che non voglio”, tre minuti abbondanti di punk dove confluiscono i principali pregi del gruppo che firma questo disco.
In definitiva, “Radice di Due” è un disco che presenta stilemi del genere e aperture che potrebbero non dispiacere chi si approccia per la prima volta alla musica di Palkosceniko al Neon: le canzoni veicolano messaggi importanti, e la qualità artistica dei musicisti coinvolti è innegabile; una prova che non presenta sbavature clamorose e può archiviarsi come punto di partenza per le prossime evoluzioni di quest'avventura lunga dieci anni.

---
La recensione Palkosceniko Al Neon - Recensione - Radice Di Due di Giandomenico Piccolo è apparsa su Rockit.it il 16/07/2019

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati