William Manera Avete Fatto In Tempo 2016 - Cantautoriale, Pop, Blues

Avete Fatto In Tempo precedente precedente

Cantautorato carico d'ironia con 33 musicisti blues, swing e folk

L'ingrediente principale del disco “Avete fatto in tempo” è l'ironia, che unisce le idee del cantautore William Manera a una vera e propria orchestra di 33 musicisti, i cui suoni spaziano tra blues, swing e folk. “Due minuti” apre l'album raccontando l'inizio di un concerto strampalato, per dare il via al viaggio musicale con allegria e sorrisi.

Alcune canzoni raccontano storie di paese all'italiana: “L'Analfabeta”, che vive sulle Madonie tra superstizioni, scaramanzia e ignoranza, e “La cicogna”, il ritratto di un borgo con protagonisti il prete, il sindaco, la fornaia... Altri brani parlano d'amore, come la ballata malinconica “Se tu fossi mia” e “La tua sagoma”, con il suo ritmo quasi country-folk e il ricordo di una storia passata.

Chi ha attraversato almeno una volta il Canale di Sicilia o, ancora meglio, ha origini meridionali amerà “Lo Stretto di Messina”: immagini di “arancine” unte, di porto, di traghetti e di treni che volano sul mare. “Sia quel che sia” invece è un invito ad affrontare i cambiamenti di petto: “Cosa sarà quest'apatia, questo volere ad ogni costo andare via, sia quel che sia, si faccia e basta, che se non fai, potresti perderne la scia”.

“Il momento adatto” racconta la speranza di un incontro “galante” a ritmo di swing mentre “Nel mio cervello” spiazza con suoni dance, effetti sulla voce e ironia a palate. “Buongiorno bambolina” chiude il disco con un pizzico di malinconia.

Il lavoro ha ricchezza di suoni, ricchezza di idee e un po' di Sicilia, terra natia dell'artista che da oltre 15 anni vive a Bologna. Il canto a tratti è volutamente sgraziato, alla Jannacci. Si tratta di una voce che è consapevolmente fuori dal coro del mainstream e che può suonare anche un po' vintage. Probabilmente William può scegliere tra due strade: proseguire il suo percorso con le attuali caratteristiche, già artisticamente definite e caratterizzate, continuando a ritagliarsi una fetta di pubblico anche se “di nicchia”; oppure aprirsi a sonorità più pop per provare ad allargare il cerchio di persone raggiungibili. In entrambi i casi lo seguiremo.

---
La recensione Avete Fatto In Tempo di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2017-02-24 00:00:00

COMMENTI (1)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • caronitiarchitetto 18 mesi Rispondi

    un grande! Ironico, raffinato, originale, intelligente. Un artista raro se consideriamo il panorama musicale che lo circonda, appiattito e convenzionale, dove la fanno da padrone per lo più artisti musicalmente scadenti e generi come la trap o un hip pop ormai stantio e ripetitivo. Generi, questi ultimi, dove la musica è mortificata e sconfitta.
    Spero che William non continui a rimanere così sottovalutato.