< PRECEDENTE <
album Malamocco - HalfalibDisco della settimana

recensione Halfalib Malamocco

We Were Never Being Boring / Audioglobe 2017 - Sperimentale, Jazz, Indie

RECENSIONE
27/03/2017

Un progetto solista è l’occasione per un musicista di poter definire un’identità sonora propria, soprattutto quando si è impegnati in altri progetti. Per Marco Giudici, già bassista dei The Assyrians e nel progetto Any Other a guida Adele Nigro, Malamocco può rappresentare questa opportunità, ma anche la libertà e la responsabilità (in parte condivisa proprio con Adele, altra "testa e anima" di questo lavoro) di scegliere tra innumerevoli variabili nel processo di costruzione e composizione dell'album.

Malamocco affonda le sue radici da un lato nella psichedelia americana dai Mercury Rev ai Flaming Lips, passando per Chris Cohen e Robert Wyatt, dall’altro andando proprio all’origine di questi suoni nella visione pop di un Brian Wilson o delle esperienze soliste dei Beatles post-Beatles, con una voce che sembra sempre al limite del frangersi dimostrando la propria umana interiorità.
Se questo è il nucleo centrale, per quanto ispirato, emozionante e perfettamente riuscito, non è sufficiente a dare le coordinate di un progetto che da qui si allontana in differenti gradi di libertà, utilizzando produzione e arrangiamento per spingersi verso soluzioni più jazzy (uno Squarepusher senza eccessi e accelerazioni drill’n’bass), elettronica più o meno prestata al pop e derive lisergiche assortite.

Il risultato finale perde in parte la sua immediatezza “pop” per acquistare una complessità alla quale poter accedere nel susseguirsi degli ascolti, per scoprire nuances inesplorate ma anche riuscire ad annodare i fili del discorso. Nell’attesa di definire i confini tra varietà delle tracce e storytelling sonico, all'ascoltatore e alla sua curiosità viene lasciato il compito di trovare la sintesi tra quello che viene mostrato (il proprio mondo, sonoro ed emotivo) e dimostrato (le proprie potenzialità). Vale la pena prendersi del tempo e lasciarsi guidare da quella curiosità.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti (1)
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >