29/03/2019

Con l’ep “Più o meno per sbaglio” Giovanni Battistin decide di riproporre alcune tracce contenute nel suo album di esordio “Nemmeno per sbaglio” in chiave acustica, oltre ad un inedito (“Raggio di sole”) sempre acustico e due versioni del singolo “Amore e Psiche”. La cosa che più colpisce durante l’ascolto del disco è sicuramente la voce del cantautore. Il timbro , l’espressività e la maturità nella padronanza dello “strumento” fanno presagire una certa esperienza: sorprende quindi di trovarsi di fronte in realtà ad un ragazzo poco più che ventenne.

Le qualità della voce di Battistin emergono anche grazie alla natura acustica degli arrangiamenti dei brani, ma è quest’ultimo aspetto quello che convince di meno. Questi riadattamenti non riescono a dimostrare l’incisività che possiedono le versioni originali –mantenuta ad esempio dalle due tracce della ballata “Amore e Psiche”-, e ciò che perdono dalla sottrazione dei suoni non riescono a guadagnarlo in personalità.

Un ep che vale comunque la pena di ascoltare, se non altro per fare conoscere e apprezzare una voce dalle grandi possibilità.

---
La recensione Giovanni Battistin - Recensione - Più O Meno Per Sbaglio di Davide Bonfanti è apparsa su Rockit.it il 16/07/2019

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati