Dhole Dove mitigano i dubbi e nascono credenze 2018 - Post-Rock, Screamo, Shoegaze

Dove mitigano i dubbi e nascono credenze precedente precedente

Una cura del suono degna di un monaco trappista per la sua birra: "Dove mitigano i dubbi e nascono credenze" ci piace come una birra schiumosa

Esagerando un pizzico, ma ogni tanto concedeteci di fare gli spacconi, "servono" dischi del genere. "Dove mitigano i dubbi e nascono credenze" dei Dhole è un album infatti capace di suscitare echi di un passato mai domo in noi, di quell'adolescenza fatta di dubbi, sbagli e ansie. Già proprio come la tua, proprio come quella di tutti. E quest'apertura del discorso del gruppo di Lodi la si ritrova sin dal primo pezzo, "Abbattere rituali", un magnifico manifesto programmatico di cosa, oggi, voglia dire fare e suonare del post-rock venato di screamo, senza avere "ansie di prestazioni" nei confronti dei grandi maestri di un tempo. I Dhole, e qui si torna al discorso sull'adolescenza, con squisito furore giovanile non hanno paura di niente e di nessuno ma tirano dritto e vanno fino in fondo la loro missione: gridare in faccia al mondo tutto il loro disagio, tutta la loro insofferenza, tutta la loro rabbia che però non è cieca e sorda, ma generatrice e musicale (scusate se poco). In "Una storia che non si racconta" questa rabbia diventa pura matrice creativa, quindi abbandoniamo il territorio delle nevrosi per approdare in qualcosa di davvero molto interessante. Sicuramente ci sono delle cose da migliorare, soprattutto per quanto concerne la qualità media delle registrazioni, eppure il ruolo svolto dalle chitarre in un disco come questo è egregio ed è per questo motivo che ci sentiamo di puntare forte sulle "magnifiche sorti e progressive" del gruppo lodigiano.

---
La recensione Dove mitigano i dubbi e nascono credenze di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2019-04-04 08:26:56

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO