13/02/2019

Gli ep hanno secondo me una caratteristica peculiare: in virtù della loro essenzialità, che deriva dalla breve durata rispetto a un classico album, la posta in gioco su ciascuna delle (generalmente poche) canzoni presenti è molto più alta. Non c’è tempo per pezzi riempitivi e distrazioni, solo per andare dritti al punto.

Questo è esattamente ciò che fanno i Tigers In Furs con il loro omonimo debutto: mettono subito tutto in chiaro. Tre tracce per dieci minuti di punk traballante e sporco, che suonano più vicini a ciò che si sarebbe potuto ascoltare quarant’anni fa in qualche dimenticato scantinato americano adibito a sala concerti, piuttosto che a un momento casuale del rock degli ultimi dieci anni. L’adesione al genere musicale più marcio del mondo non è tuttavia così incondizionata da impedire qua e là l’emergere di elementi che denotano una certa attenzione e cura per le canzoni e la loro qualità, come cori durante i ritornelli e –occasionali e brevi, sia chiaro- assoli di chitarra. Insomma: grezzi sì, sprovveduti da non sapere come rendere più accattivanti i propri pezzi no.

Non c’è molto, ma queste chitarre rozze potrebbero diventare tutto ciò che state cercando tra un ascolto plasticoso e l’altro.

---
La recensione Tigers In Furs - Recensione - Tigers In Furs - 7" (Killer Gull Rec.) di Davide Bonfanti è apparsa su Rockit.it il 21/07/2019

Tracklist

00:00
 
00:00

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati