25/06/2019

La band calabrese Il Giardino Di Armida si presenta sul panorama musicale con l'ep "LéMeglio", composto da quattro brani inediti. Ad aprire il lavoro troviamo "Provinciale", descrizione in musica della vita di provincia caratterizzata da una dinamica relazionale tra concittadini del tipo "homo homini lupus" (l’uomo è lupo per l’altro uomo). Nel brano veniamo accolti da una chitarra folk che lascia poi spazio all’assolo di chitarra elettrica, quasi a simboleggiare la modernità che irrompe con violenza nella “purezza” della provincia. Il secondo brano ("Sassi") non è che una grande metafora delle diverse difficoltà che si incontrano nel corso della vita, qui rappresentate dai sassi sotto alle scarpe. In questa traccia i ragazzi de Il Giardino di Armida ci pongono, seppur in maniera sottintesa, una questione: è meglio vivere la propria passivamente, stando seduti senza camminare, o è meglio affrontare il dolore e andare avanti? A voi la risposta. Segue la triste descrizione della vita di "Cuore di cane", uomo "talmente solo da non parlare e in qualche modo mascherare di non riuscire a dire di stare male". Forse il brano più riuscito dell'ep a livello contenutistico. A concludere il lavoro troviamo "Ovvietà", canzone nella quale si critica la pochezza dei dialoghi tra le persone, spesso troppo futili e banali, preferendo a questi il dialogo con la propria persona ("ho l'orgoglio spesso di bastarmi da solo").

Nonostante il disco pecchi di originalità e la produzione sia imperfetta (talvolta non si riescono a comprendere le parole), "LéMeglio" si lascia ascoltare nella sua interezza con piacere. Non resta dunque che limare alcune imperfezioni e concentrarsi al meglio sul prossimo lavoro. Alla prossima!

---
La recensione Il Giardino di Armida - Recensione - LéMeglio. di Davide Lotto è apparsa su Rockit.it il 24/07/2019

Tracklist

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati