< PRECEDENTE <
RECENSIONE
19/09/2019

Quindici anni di esperienza e una vita abbastanza movimentata fra arresti e paesi vari, hanno scavato nel rap del MC di origini potentine Mr.Come un'impronta rabbiosa e un approccio hip hop anni 00, relativamente vecchia scuola. Barre veloci e aggressive che attaccano con violenza il potere (’ACAB’), parlano di appartenenza identitaria (’Potenza’) e musica (’thank you dj!’); le lingue sono italiano, inglese (con un featuring di Oo hass in ’resistance’) e napoletano (’thank you dj!’), su basi che vanno dal classico beat hip hop a influenze e musicalità reggae e funk-soul o r&b (’Stop that train’, ’You make me’). Peccato che una produzione approssimativa, soprattutto nel mix delle voci, renda difficile la comprensione di molte rime e anche l’ascolto in generale (’ACAB’), indebolendo fortemente soprattutto i momenti più ‘musicali’, che invece potevano essere i più interessanti dell’album (vedi ’il sole non sorto’, ma anche ’Stop that train’ ). Mr.Come ha sicuramente più potenzialità di quelle espresse in questo ‘You make me’, non tanto dal punto di vista della scrittura ma da quello della realizzazione.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >