14/08/2019

Partiamo dalla quinta traccia, la nostra preferita nonché, nettamente, la più potente dell'intero "Ukronia". Ecco questo pezzo è fondamentale per capire quanto il lavoro degli Oko & the Authority sia importante, oltre che ben realizzato, per poter mettere "un punto fermo" nell'evoluzione della glitch in Italia (e non solo). Già perché la band marchigiana, anche grazie ad un sostrato classicheggiante governato dal tastierista Davide 'DvD' Benedetti, opera con grande pervicacia un'operazione assolutamente non semplice: ovvero quella di fondere, in un discorso autorevole e innovativo, EDM, IDM, trance e la già citatata glitch. Generi musicali che sono sempre stati considerati, in special modo nel nostro Paese, generi musicali minori che invece i Oko & the Authority onorano con la massima cura e la massima forza. Poi certo, intendiamoci, non tutto è perfetto in "Ukronia" e specialmente la seconda parte lascia il fianco a qualche critica, soprattutto per via di una di una certa stanchezza nella composizione certamente dovuto anche al fatto che ci troviamo di fronte ad un disco d'esordio. Eppure, proprio partendo da questo dato di fatto, l'esordio dei Oko & the Authority è un esordio muscoloso e muscolare, che dimostra come anche in Italia si possano realizzare lavori importanti anche con elementi ritenuti se non minori quantomeno residuali nel cosiddetto mercato musicale mainstream. Bravi per il coraggio, insomma!

---
La recensione Oko & the Authority - Recensione - Ukronia di Mattia Nesto è apparsa su Rockit.it il 24/08/2019

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati