< PRECEDENTE <
album Le dernier jour dans l'espace In Vitro Test

recensione In Vitro Test Le dernier jour dans l'espace

2019 - Sperimentale, Elettronica, Ambient

RECENSIONE
23/12/2019

Avete presente la fantomatica leggenda, o per meglio dire serie di leggende, sui cosmonauti russi perdutie quindi deceduti in missioni segrete di esplorazione spaziale durante, giustappunto, la corsa al Cosmo degli anni Sessanta? Ecco proprio da qui nasce lo spunto per questo disco degli In Vitro Test. Partiamo subito dal presupposto che tutto è questo lavoro tranne che facile e immediato, anzi. Si tratta di musicale sperimentale, forse quasi concettuale, che richiama i suoni e gli echi originali delle esplorazioni spaziali tra gli anni Cinquanta e Sessanta. Eppure, anche se non è semplice, se si riesce a superare questa barriera di ingresso, Le dernier jour dans l'espace è un disco in cui, letteralmente, è bello perdersi.

La solitude dans l'espace pare proprio la base ideale per uno spettacolo o, per meglio dire, una performace a tema spazio e esplorazione cosmica in cui pezzi come La solitude dans l'espace, la seconda traccia nonché in assoluto la nostra preferita, vanno perfettamente a incasellarsi nel contesto ideologico, artistico e sentimentale del presunto spettacolo. Andrebbero bene anche come colonna sonora di un film sicuramente non leggero ma di sicuro impatto visivo e, ovviamente, registico. Al netto quindi dello scotto, altissimo, che si deve pagare, per così dire, per entrare nel mood ideale, Le dernier jour dans l'espace ci ha decisamente non solo stupito ma anche, alla lunga, convinto. Peccato solo non avere modo di esplorare ancora di più questo immaginario magari con video e testi in più (proprio per significare quanta curiosità scaturisca da questa musica così particolare). 

Magari non il lavoro più facile del mondo, ok, ma quanto fascino, quanta classe e quanta visionarietà lisergica in queste spire sonore! Consigliamo l'ascolto di questo disco mentre si guardano le immagini di Nasa.Tv: anche se è l'agenzia spaziale americana, i fantomatici cosmonauti sovietici qui si troverebbero a casa. 

Tracklist

Ascolta su: Apple Music Amazon Music Tidal
00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Chi ha letto questa recensione ha visto anche:
    > PROSSIMA >
    Pannello

    TOP IT

    La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

    vedi tutti

    La musica più nuova

    Singoli e album degli utenti, in ordine di caricamento

    vedi tutti
    Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani