Giaime MULA 2020 - Rap, Trap

MULA precedente precedente

Mula: nuovo disco di Giaime, tra collaborazioni di spessore e sonorità trap.

“Mula” è il nuovo progetto discografico di Giaime, che dopo anni di presenza sulla scena rap e trap italiana (parecchi se si considera l'età, il ragazzo è classe 1995), torna con un EP in cinque tracce, a 7 anni di distanza dall'uscita di Blue Magic, registrato in collaborazione con Lazza e altri.

Ciò che si nota da subito è la differenza tra i contenuti testuali e l'immagine che Giaime intende dare di sé. Il videoclip di “IQOS” è emblematico in questo senso: ambientato interamente in auto vede Giaime alla guida, giovane e sbarbato. Accosta e scende dalla macchina, estrae con violenza dal sedile posteriore una persona incappucciata e con le mani legate, e la butta nel bagagliaio, non prima di averla preso a calci. La canzone, invece, parla d'amore, e di telefonate con la ragazza (“Se mi chiami che c'è, se mi chiami che fai...”). L'attitudine da duro e la stoffa da criminale sembra essere più un'immagine creata ad hoc che la realtà: la scelta dei testi ci rivela un ragazzo che scrive canzoni d'amore, spesso col cuore in mano, quasi smielate, come in “Ragione”.

“Mula” ci consegna un Giaime molto più a suo agio nei ritornelli che nelle strofe: i primi sono sicuramente catchy e molto orecchiabili, e costituiscono il punto di forza sul quale si basa tutto l'EP e sul quale l'autore intende investire. Le rime, invece, mancano praticamente del tutto e ci mostrano un trapper con molta meno voglia di farne rispetto a qualche anno fa. La scelta di campo è chiara. Il passaggio dal rap alla trap è completato.

La strumentale scorre parallele alla voce, senza mai correre il rischio di diventare protagonista. Suoni che svolgono sempre un ruolo di sottofondo rispetto al cantato, con pochissime eccezioni.
Il contributo di Ernia, rapper senza autotune, è valido, e porta al pezzo qualche rima e un sound un po' più classico. Interessanti anche gli altri feat, con alcuni tra i trapper (o rapper della nuova scuola) più affermati della scena, da Lazza a Vegas Jones ed Emis Killa, che arricchiscono l'EP rendendolo molto più appetibili ai seguaci del genere.

---
La recensione MULA di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2020-02-22 13:44:21

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO