< PRECEDENTE <
RECENSIONE
14/06/2020

C'è un solido retaggio artistico alla base di quello che creano i Sempreverde: attivi da circa otto anni nel panorama emergente, è tempo di pubblicare a ridosso di una delle estati più strane di sempre il nuovo long play intitolato “Neanche un chimico può farlo”, per la label Krishna Music Group.

Nove canzoni che compongono un ascolto dal forte impatto emotivo: le fondamenta del manifesto artistico della band campana trae ispirazione dal cantautorato italiano, dal bel canto che sta ritrovando consensi ed esponenti validi in forme del pop a metà fra analogico e digitale. Addentrarsi nell'universo emozionale dei Sempreverde è un percorso che invita alla riflessione ed a confrontarsi con quello che c'è nella propria testa, lasciando spazio a momenti di gioia ed a vecchie cicatrici che si riaprono. È una scrittura la cui mimesi coinvolge l'ascoltatore, azzerando la distanza fra chi si esprime e chi è chiamato ad interiorizzare. In tale contesto, sembra avere una marcia in più la quarta traccia, quasi una meta-canzone per i riferimenti che presenta: aggiunge un “almeno” al “mi ami davvero” che scrisse una ventina d'anni fa Luca Carboni; nella seconda parte del brano, inoltre, c'è un dialogo da dietro le quinte molto simile ad un'altra bella canzone che ho di recente analizzato, ossia “Il prossimo semestre” di Colapesce e Dimartino. L'elemento testuale più interessante è di certo

vorrei un permesso di soggiorno
per le tue labbra e qualsiasi zona del viso

Giocarsela così è da effetto assicurato.

Una singola perla che non lascia sfigurare la globalità della proposta: “Neanche un chimico può farlo” è un disco che ammette i limiti delle persone che siamo, e su questa imperfezione tipica dell'uomo carica la sua forza artistica.
Abbiamo tutti dei difetti, anche i Sempreverde, questo disco però non è compreso in tale novero.

Tracklist

Ascolta su: Amazon Music Tidal
00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Chi ha letto questa recensione ha visto anche:
    > PROSSIMA >
    Pannello

    TOP IT

    La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

    vedi tutti