Nucifera La notte eterna 2020 - Sperimentale, Emo, Trap

La notte eterna precedente precedente

Nucifera: La notte eterna

La notte eterna è il titolo della prima pubblicazione dei Nucifera, duo romano che in questo ep di cinque tracce prova a dare forma concreta ai propri pensieri e alle proprie sensazioni.

Si tratta di un disco oscuro, profondamente intriso di sofferenza e di temi come la solitudine, l'isolamento ma sopratutto un senso di frustrazione misto rabbia che emerge prepotentemente in ogni singola nota. Sono tutte registrazioni estrapolate da momenti diversi del loro percorso: prendendo ad esempio "Rohypnol" abbiamo a che fare con una sorta di trap sperimentale e disperato che si allontana decisamente dai canoni stilistici tipici del genere. L'ascolto di brani come "LODIO" invece risulta davvero difficoltoso, anche se rende piuttosto bene l'idea dell'intento espressivo del progetto; vale lo stesso per la traccia conclusiva "UR486", un mix di rumore e disperazione talmente low quality che finisce per affascinare pericolosamente. Un discorso simile si può fare per "Kill Me", una specie di emo ballad estremamente malinconica che sembra costantemente sul punto di sfociare in un pianto a dirotto.

Tralasciando gli aspetti artistici che chiaramente possono essere interpretati sotto molteplici punti di vista, La notte eterna più che un disco appare un inno alla disperazione da parte di due ventenni della periferia romana, che si manifesta attraverso un'urgenza di scrittura particolare e decisamente inquietante come non se ne sentivano da un bel po'.

---
La recensione La notte eterna di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2020-09-04 00:00:00

COMMENTI (1)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • milly 12 mesi Rispondi

    difficile essere gentile... lagnoso