Karrambah Memorie Notturne di Sogni Diurni 2020 - Psichedelia, Elettronica, Ambient

Memorie Notturne di Sogni Diurni precedente precedente

Album di anima e sinestesie dal forte impatto. La spiritualità dell'elettronica trova un padre spirituale anche in Italia.

Dietro il moniker Karrambah c'è il milanese Edmondo Annoni, che a seguito di una svolta spirituale plasma un progetto artistico che trascende dalla mera creazione di note per elevarsi a concetto dialogico tra spirito e corpo: il primo capitolo discografico di questa interessante svolta è “Memorie notturne di sogni diurni”, extended play autoprodotto e distribuito digitalmente in totale indipendenza.

Sette canzoni dove gli elementi sonori vengono dissezionati con precisione chirurgica al fine di effettuare una decostruzione a metà tra sperimentazione e psichedelia: parte tutto dai campi dell'elettronica, per elevarsi ad esperienza in sospeso tra ambient e glitch con una spiccata tendenza internazionale. Sorprende, in forma più che positiva, il forte impianto ideologico edificato da Karrambah, che seguendo le orme di Nicolas Jaar (nei più recenti episodi “Cenizas” e “Telas”), imposta sinestesie liturgiche elevandosi a padre spirituale della musica anche nella sua accezione più vicina al rumore.

La strada è ben definita, e questo album ascoltato nelle giuste condizioni regala sensazioni uniche nel suo genere: ore sette del mattino, circondati dal silenzio a lasciarsi avvolgere dalle archittetture sonore di “Memorie notturne di sogni diurni”.

Provare per credere.

---
La recensione Memorie Notturne di Sogni Diurni di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2020-09-13 08:07:14

COMMENTI (1)

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • danil 8 mesi Rispondi

    nelle "giuste" condizioni si riesce ad ascoltare