Stefano Santoro INFINITO NON E' 2020 - Cantautoriale, Rock, Pop

INFINITO NON E' precedente precedente

Buone vibrazioni tra pop e rock per Stefano Santoro nel suo "Infinito non è", una prova d'ascolto stratificata e temeraria.

Una vita con la testa immersa nella musica, tra influenze british e grandi esempi di cantautorato e rock italiano. Stefano Santoro prova a far confluire tutte le sue influenze artistiche nel long play che caratterizza il suo 2020; il risultato è “Infinito non è”, pubblicato per Paf Records / Believe Digital.

Undici brani per formare un long play dal carattere coraggioso, com'è impavida la sperimentazione stratificata fra note sul pentagramma e approccio interpretativo ai testi. L'artista di Bresso confeziona un concept album non convenzionale, onirico ed intimo ma al tempo stesso ricco di positività espressa mediante un sound dalla chiara ispirazione pop-rock, ma che si lascia prendere la mano per sconfinare in perimetri molto più robusti. Brillano di luce propria le tracce “Solo” e “Polvere senza tempo”, probabilmente i sette minuti più intriganti dell'intera proposta discografica di Santoro.

Canzoni con uno sguardo sul passato ma ben posizionate nel nostro presente: “Infinito non è” si dimostra un album con una grossa spinta motivazionale, che può infondere coraggio nella vita quotidiana e merita una giusta ribalta. Buona prova senza grosse incoerenze per l'artista lombardo, che può agevolmente approcciare i lavori per nuovi brani inediti.

---
La recensione INFINITO NON E' di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2020-10-24 00:20:43

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO