< PRECEDENTE <
album I Wish I Was On Fire Lewisland

recensione Lewisland I Wish I Was On Fire

2020 - Soul, Hip-Hop, R&B

RECENSIONE
05/12/2020

Dopo le prime esperienze con band e realtà artistiche radicate sul territorio, qualche anno fa Lewisland ha sentito l'urgenza espressiva di mettersi in proprio, e da quel momento non si è più fermato: svariate release dopo, eccoci ad ascoltare “I Wish I Was On Fire”, cronologicamente la più recente fatica in studio del rapper soul italo-nigeriano.

Dieci tracce (comprensive di skit) a comporre un ascolto stratificato ed in bilico fra tre continenti: Lewisland si sposta tra Europa, Africa e soprattutto America per la dimensione sonora che caratterizza questo elaborato. L'elaborato esprime vocalità integralmente in inglese, e contribuisce ad edificare quella sensazione di soul/r'n'b che può vagamente ricondurre ai pesi massimi del genere come Aloe Blacc e John Legend, ma Lewisland rincara la posta in palio inserendo afrobeat, metriche hip-hop, intermezzi parlati e suoni smooth che contribuiscono a rendere più universale la proposta discografica.

Suona bene, non presenta incongruenze ed in linea generale convince per un risultato valido e ben superiore alla sufficienza: ormai possiamo considerare questa realtà nata a Pavia come una piccola ma robusta sfaccettatura del panorama alternativo italiano. Avanti così per conquistare frange d'ascolti sempre più ampie.

Tracklist

Ascolta su: Apple Music Amazon Music Tidal
00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Chi ha letto questa recensione ha visto anche:
    > PROSSIMA >
    Pannello

    TOP IT

    La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

    vedi tutti

    La musica più nuova

    Singoli e album degli utenti, in ordine di caricamento

    vedi tutti
    Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani