Angelo Daddelli & i Picciotti Angelo Daddelli & i Picciotti 2020 - Folk, Etnico, Acustico

Angelo Daddelli & i Picciotti precedente precedente

Dalla Trinacria con furore

Quando si ha di fronte un disco come questo firmato dai Angelo Daddelli & i Picciotti la domanda è una e una sola: ha senso di esistere al di là del gusto/piacere regionalistico dell'opera? La nostra risposta, dopo un ascolto approfondito è "sì, ma con moderazione". Andiamo a analizzare. La piccola band folk, come loro stessi si definiscono, Angelo Daddelli & i Picciotti mettono in piedi un discorso che, fin da subito, non ha alcun timore di presentarsi per quel che è: ovvero una vera e propria cavalcata nella sicilianità. Partendo da questo presupposto si viaggia all'interno di pezzi quali "Vicariota" o "Comu si beddra" che recuperano e, al tempo stesso, innovano la tradizione della canzone siciliana.

Sicuramente, il punto debole del disco è una certa ripetitività sia di temi che, soprattutto, di sonorità che si muovono, come già citato, in un folk di natura pop di certo piacevole ma che, alla quinta o sesta iterazione, porta a una certa qual sensazione di "già sentito" nell'ascoltatore. Tuttavia i siciliani, e qui sta il grande pregio del disco, sono riusciti a trasmettere tutto il loro piacere nel fare musica assieme, questa musica assieme. E allora chi siamo noi per impedirgli di stare bene in quella "portaerei di bellezza" che è la loro bella isola di Sicilia? 

---
La recensione Angelo Daddelli & i Picciotti di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2020-12-08 08:17:04

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia