Oren Wabi Sabi Sakè del mar 2021 - Lo-Fi, Hip-Hop, Spoken word

Sakè del mar precedente precedente

EP di Oren Wabi Sabi, rapper sui generis a cavallo tra hip-hop e spoken word

Continua il percorso musicale di Oren Wabi Sabi con Sakè del mar, il suo quinto album. Il titolo ci porta subito tra le fascinazioni estremo orientali che da tempo affascinano ed influenzano la vita e il percorso stilistico del rapper romano.
In questo EP, composto da quattro tracce, continuano le allusioni e le citazioni al mondo dei manga e, più in generale, della cultura nipponica. 

Le strumentali suonano chiaramente lo-fi, e nascono da una session di registrazione casalinga. L'obbiettivo dichiarato di questa operazione è spogliare il suono di tutte le sue componenti inessenziali e superflue, e riportarlo ad una dimensione più privata, più intima e al tempo stesso più concreta e reale.
Questo si traduce in tappeti sonori a base di synth, dalle melodie semplici ed efficaci.
Lo stesso si può dire per la voce, al confine tra hip-hop e slam poetry (o spoken word). Quel che va riconosciuto a Oren Wabi Sabi è la validità dell'operazione tentata e riuscita: le melodie che la voce porta con sé sono elementari ma perfettamente funzionanti e catchy fin dal primo ascolto. Basti pensare al ritornello di Haiku imperfetto, capace di rimanere fisso nelle orecchie e nella mente dell'ascoltatore dopo pochi istanti.

Nel complesso Sakè del mar è un EP estremamente valido, che colpisce per la apparente banalità di base e cantato (o rappato) e che svela un lavoro di produzione e scrittura del testo tutt'altro che scontato. 

Oren Wabi SabiSakè del mar Lo-Fi, Hip-Hop, Spoken word
00:00

---
La recensione Sakè del mar di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2021-03-30 18:37:17

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia